Inter-Milan, intesa sullo stadio: potrebbe anche non essere San Siro...

Protocollo per lavorare insieme al progetto di un impianto moderno: la ristrutturazione do San Siro è solo una possibilità. Il sindaco Sala: "Io dico San Siro"

Inter-Milan, intesa sullo stadio: potrebbe anche non essere San Siro...

La svolta tanto attesa è arrivata ed è stata annunciata attraverso un comunicato: Inter e Milan hanno infatti "sottoscritto un protocollo d'intesa per sancire la volontà di lavorare assieme al progetto di realizzazione di uno stadio moderno e all'avanguardia". Un accordo che porterà i due club a valutare una serie di opzioni tra cui la ristrutturazione di San Siro, che appunto diventa soltanto una possibilità e non la scelta definitiva.

Dopo un lungo periodo di stallo, Inter e Milan hanno dunque trovato l'intesa per realizzare insieme uno stadio moderno di proprietà dei due club. La prima fase esplorativa terminerà entro la fine del 2018, dopodiché si partirà con il progetto vero e proprio che consegnerà al più presto un nuovo impianto alle due società milanesi. In questo contesto le parole del sindaco Sala: "Si lavorerà sull'ammodernamento di San Siro". Lui non ha dubbi. Ma...

IL COMUNICATO UFFICIALE

"F.C. Internazionale Milano S.p.A. ed A.C. Milan S.p.A. comunicano di aver sottoscritto un protocollo d’intesa per sancire la volontà di lavorare assieme al progetto di realizzazione di uno stadio moderno e all’avanguardia. Un impianto adeguato agli standard attuali è fondamentale per permettere ai tifosi di godere di un’esperienza unica e per garantire successi dentro e fuori dal campo. Le due società ritengono che uno stadio condiviso sia di primario interesse per tutti gli stakeholder da un punto di vista finanziario, amministrativo e tecnico. I due Club stanno valutando una serie di opzioni possibili, inclusa la ristrutturazione dello stadio San Siro, e hanno riavviato le attività di analisi delle diverse alternative attraverso la costituzione del gruppo di lavoro congiunto. I Club ritengono di poter concludere questa prima fase esplorativa entro la fine del 2018, al fine di procedere rapidamente con le attività progettuali e amministrative richieste per consegnare ai propri tifosi uno stadio moderno nel minore tempo possibile. Ieri i due Club si sono incontrati con il Sindaco, riaprendo un dialogo costruttivo e proficuo con la finalità di approfondire l’opzione di riammodernamento dell’area di San Siro".

IL SINDACO SALA: "SI LAVORERA' SU SAN SIRO"

Con Inter e Milan "si è trovato un accordo sul fatto di tornare a lavorare" sullo stadio di San Siro, "avendo tolto ogni dubbio sul fatto che le due squadre vorranno andare su soluzioni diverse". Lo ha spiegato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, parlando del confronto avuto ieri con i rappresentanti delle due squadre milanesi sul futuro dello stadio Meazza. "L'ipotesi numero uno è San Siro e quindi su quello si lavorerà- ha aggiunto -, hanno bisogno da noi di chiarimenti tecnici, cosa che faremo dalla settimana prossima quando si attiverà un gruppo di lavoro. Le squadre hanno dichiarato che vogliono arrivare a una soluzione entro dicembre, mi pare che questa volta ci sia una volontà decisa di procedere tempestivamente". Secondo il sindaco la formula potrebbe anche essere quella della "cessione di diritto di superficie. Siamo aperti ad ogni formula che aiuti le squadre, ovviamente con un progetto di miglioramento dello stadio perché gli altri stadi in Europa sono diventati veramente fonte di attrazione anche turistica al di là delle partite - ha precisato -.Il mio scopo era solo che le mie squadre fossero insieme e lo scopo è stato raggiunto, adesso però ci devono lavorare loro". È anche possibile che tutto non si riduca "al solo ripristino dello stadio" ma che coinvolga anche l'area del Trotter.

TAGS:
Calcio
Inter
Milan
San siro
Stadio

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X