tra campo e sede

Inter, la tecnologia di Lenovo per migliorare le performance di squadra

La partnership, iniziata nel 2019, permette di monitorare gli allenamenti dei giocatori oltre a dare supporto tecnologico a tutta la struttura societaria

di
  • A
  • A
  • A

 

Lo sport va di pari passo all'evoluzione tecnologica, e il calcio non fa difetto. Negli ultimi anni le squadre di tutto il mondo hanno fatto sempre maggior ricorso alla tecnologia per lottare ad altissimi livelli, e in questo ambito l'Inter ha scelto Lenovo almeno tanto quanto Lenovo ha scelto l'Inter. La multinazionale hi-tech dal 2019 è Global Technology Partner dei nerazzurri (dal 2021 è anche sponsor sulla maglia), fornendo soluzioni per il centro sportivo di Appiano Gentile ma anche per la sede a Milano: nel primo caso rientra il monitoraggio dei giocatori durante gli allenamenti, tramite GPS e accessori come wearable si ottengono enormi moli di dati ("Sessanta milioni di data point GPS nelle ultime due stagioni" come riferito da Mark Van Huuksloot, Chief Operating Officer dell'Inter) che poi servono ad allenatori, tecnici e specialistici per valutare - e ovviamente migliorare - le performance degli atleti; nel secondo caso, per esempio tramite server e PC Lenovo, c'è stata una vera e propria trasformazione digitale dell'architettura IT per poter essere più moderni, reattivi e flessibili rispetto alle nuove esigenze del club, sia a livello sportivo che di gestione ordinaria, comunicazione e marketing.

Per capire quanto importante e profonda sia questa partnership basta pensare che, per monitorare le prestazioni dei giocatori, l'Inter raccoglie dati da più fonti collezionando oltre 600 terabyte di dati per ogni stagione per la sola analisi sportiva.

© ufficio-stampa

Un terzo fronte, quantomai d'attualità nei nostri tempi, è quello della connessione tra club e tifosi che, grazie ai social network, ha raggiunto livelli d'interazione mai visti. E il club nerazzurro è in prima fila grazie alla forza di Inter Media House, nata nel 2017 per la creazione di contenuti digitali dedicati ai tifosi e che è diventata velocemente un punto di riferimento in Italia e in Europa per la forza comunicativa grazie soprattutto alla freschezza degli annunci di calciomercato. È evidente come anche in questo caso il supporto di un player come Lenovo abbia dato una grossa accelerata al progetto che, come ricordato da Roberto Monzani (Media House Director dell'Inter), recentemente grazie a una campagna ad hoc è riuscita pure ad arricchire la fan base femminile nerazzurra oltre a meglio inquadrare ciò che più cercano oggi i giovanissimi sui social.

© ufficio-stampa

Infine, una curiosità per tutti i tifosi interisti: non è affatto detto che l'esperienza del Motorola Razr 5G in edizione speciale uscito nel 2021 per festeggiare lo scudetto si debba considerare unica, come ci ha confermato Lara Rodini, Global Sponsorshps & Activations Director di Lenovo. A prescindere da eventuali trofei vinti, in futuro potrà dunque rivedersi un device brandizzato coi colori nerazzurri.

© ufficio-stampa