QUI INTER

Inter, Inzaghi: "Sconfitta assolutamente immeritata. Lukaku? Non sono fiducioso"

Il tecnico nerazzurro dopo il ko con la Roma: "Brucia e fa male, dobbiamo lavorare di più sui particolari"

  • A
  • A
  • A

Simone Inzaghi incassa la sconfitta interna della sua Inter contro la Roma, ma prova a guardare gli aspetti positivi del match: "C'è delusione dopo una sconfitta assolutamente immeritata - le parole del tecnico a Dazn -. È stata la nostra miglior partita stagionale, ma è una sconfitta pesante, che brucia e fa male. Spiegazione razionale? Dobbiamo fare di più, dobbiamo lavorare sul particolare. Perdiamo una partita in cui Handanovic non ha fatto una parata, in cui abbiamo preso pali e traverse... Questo è il calcio, era capitato alla Roma contro l'Atalanta. Per quanto mi riguarda ho avuto una bellissima risposta per il gioco creato e per come siamo stati in campo, è normale che dispiace non aver festeggiato con i nostri tifosi che ci hanno sostenuto tantissimo".

Inzaghi ha poi parlato della gara di Asllani, sostituto designato dello squalificato (e infortunato) Brozovic: "Sarebbe uscito ugualmente senza il gol dell'1-2, ha fatto una buona gara, ma con l'infortunio di Brozovic dovevo gestire le forze e lui era tanto che non giocava. Onana? Non lo so se gioca martedì". 

Inevitabile parlare anche del suo futuro: "Questa è una piazza difficile, però con tifosi straordinari. Io a rischio? Noi allenatori lo siamo sempre, ma posso dire che la squadra ha risposto alla grande facendo quello che ho chiesto. Come ho già detto dobbiamo lavorare di più sui particolari. Le sconfitte non portano mai serenità, ma nei giorni scorsi avevamo analizzato la partita di Udine che non era stata all'altezza e stasera ho rivisto la mia Inter, quella che mi ha fatto vincere due trofei l'anno socrso, ora lavoriamo per cercare di uscire da questa situazione. Stiamo pagando alla minima disattenzione, lavoriamo tutti insieme per fare di più, io in primis". L'ad Beppe Marotta gli ha confermato la fiducia.

In conferenza ha infine parlato del recupero di Romelu Lukaku: "C'è qualche speranza per il Sassuolo (tra una settimana, ndr), ma non sono fiducioso. Volevamo farlo tornare in gruppo insieme a Calhanoglu, invece ha fatto un esame e c'è stato un rallentamento. Speriamo di averlo in breve tempo, è un'assenza pesante. Lui sta facendo di tutto, sta lavorando mattina e sera, ma ha fatto un esame che ha chiarito che non può ancora rientrare in gruppo".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti