Inter, in Curva Nord scoppia la faida tra capi ultrà

Durante il match con l'Udinese, uno dei leader storici viene aggredito davanti a tutti: tensione altissima a una settimana dal derby

  • A
  • A
  • A

La Curva Nord interista torna a fare parlare di sé per un episodio allarmante accaduto sabato sera durante Inter-Udinese. Due leader storici del tifo nerazzurro, Vittorio Baiocchi e Franco Caravita, secondo alcune ricostruzioni avrebbero litigato durante la partita e il confronto sarebbe terminato con l'aggressione fisica di Baiocchi, che con due pugni avrebbe colpito al volto Caravita. Tutto sarebbe nato da un coro, "Vittorio uno di noi" (in onore di Baiocchi) che a un certo punto è partito dalla curva in maniera inaspettata. La possibile faida interna alla Nord ora preoccupa la Questura, che teme un regolamento di conti a una settimana dal derby.
 

Al momento non è stata presentata alcuna denuncia e con ogni probabilità si proseguirà in questa direzione, perché le regole degli ultrà non prevedono azioni di questo tipo. Ciò che ha sopreso è il fatto che lo scontro sia avvenuto sotto gli occhi di tutti: un segnale chiaro e che preoccupa, visti anche i precedenti dei protagonisti. 

Boiocchi, come riferisce il Corriere della Sera, negli Anni 80 e 90 è stato uno dei capi dei Boys San prima di prendere 30 anni di carcere per narcotraffico e rapina. Scontata la pena, il 66enne è tornato a San Siro e la sua presenza non è passata ovviamente inosservata. I fatti accaduti lo scorso dicembre prima di Inter-Napoli, quando morì l'ultrà varesino Daniele Belardinelli, hanno portato nuovi equilibri in Curva Nord dove Franco Caravita, 60 anni, da decenni è una delle figure più note e rappresentative. Il timore è che possa scoppiare una faida per giochi di potere. Ecco perché il rischio riguarda le conseguenze che un episodio del genere potrebbe scatenare nelle prossime settimane.

LA CURVA NORD SMENTISCE
Con un post sulla pagina Facebook "L'urlo della Nord", riconducibile alla curva nerazzurra, è arrivata la smentita dei diretti interessati: "La nostra risposta alle vostre falsità, la Nord è una famiglia". Nell'immagine si vede Franco Caravita (sulla destra) insieme a Vittorio Baiocchi, che nella notte tra sabato e domenica è stato sottoposto a un intervento di angioplastica e ricoverato in terapia intensiva in seguito a un malore. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments