NON SI GIOCA

Focolaio Bologna, l'Ausl blocca i rossoblù: niente sfida contro l'Inter

Il gruppo squadra rossoblù ha otto giocatori positivi. L'Ausl di Bologna ha bloccato le attività agonistiche

  • A
  • A
  • A

Dopo il blocco per Torino e Udinese imposto dalle autorità locali, anche Bologna-Inter non si disputerà in Serie A. Dopo l'impressione riportata dal direttore dell'Ausl Bologna, Paolo Bordon: "Difficile che si giochi, si va verso lo stop dell'attività agonistica", è arrivata l'ufficialità. Con un focolaio Covid nel Bologna e ben otto i giocatori in isolamento e positivi al virus, l'autorità locale ha bloccato "ogni attività agonistica di squadra".

"Difficile che la sfida si giochi" aveva rivelato Bordon a Repubblica. Dopo la relazione del Dipartimento di Sanità Pubblica, la Ausl si è espressa disponendo "l'annullamento di tutte le attività agonistiche e di allenamento della squadra".

Con otto giocatori fermi col Covid, in casa rossoblù c'è stata preoccupazione per il focolaio interno in vista della gara con l’Inter, problema comune con mezza Serie A che ha circa 80 giocatori fermi per positività. La Lega Calcio, però, non intende predisporre rinvii, e non è previsto un limite minimo di giocatori previsto per poter giocare.

IL COMUNICATO DEL BOLOGNA

Il Bologna Fc 1909 comunica che, in seguito alle positività al Covid-19 riscontrate nel gruppo squadra, l’Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna ha disposto quanto segue:

“L’isolamento per giorni 7/10 degli atleti risultati positivi ai test eseguiti nei giorni scorsi e comunque fino alla risoluzione dei sintomi, con prova di negatività a un test diagnostico, come previsto dalla normativa vigente; la stretta sorveglianza sanitaria e l’obbligo di indossare mascherina FFP2 per giorni 5 per tutti i soggetti vaccinati con ciclo completo negli ultimi 120 giorni, guariti da meno di 120 giorni o che abbiano eseguito la dose vaccinale di richiamo (booster); la quarantena domiciliare per giorni 5, fino 09/01/2022, più test per tutti i componenti del gruppo squadra con ciclo vaccinale completato da più di 120 giorni; la quarantena domiciliare per giorni 10, fino al 13/01/2022, più test per tutti i soggetti non vaccinati con ciclo completo. Per tutto quanto sopra ne consegue che tutti i componenti del gruppo squadra non potranno partecipare ad eventi sportivi ufficiali per almeno 5 giorni fino al 09/01/2022 e comunque per ognuno dei componenti valgono le suddette prescrizioni fino alla risoluzione completa dei relativi provvedimenti”.

Il Bologna Fc 1909, alla luce di tali disposizioni, ha inoltrato alla Lega Serie A la richiesta di rinvio delle gare Bologna-Inter, in programma domani, e Cagliari-Bologna, in programma domenica.

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti