inter

Inter, Calhanoglu decisivo: senza lui crolla la percentuale vittorie

Con il campo il turco arriva il 68% dei successi: oggi è tornato ad allenarsi in gruppo e si candida per Empoli

  • A
  • A
  • A

Prima di tutto una doverosa precisazione: se anche ci fosse stato Hakan Calhanoglu, difficilmente l'andamento della partita contro la Real Sociedad sarebbe cambiato da così a così perché la veemenza spagnola si è scontrata con una difficoltà generale dell'Inter che neppure un faro come il turco avrebbe potuto capovolgere. Però, forse, con il numero 20 a guidare il centrocampo alla fine sarebbe pure arrivata una vittoria vista la singolare statistica che lo coinvolge scovata da Opta: prendendo in esame i dati della scorsa stagione più quelli delle prime partite di questa, con Calhanoglu in campo l'Inter ha vinto il 68% dei match (36 su 53) mentre senza di lui è arrivato solo il 33% di successi (3 su 9).

I numeri nel calcio spiegano molto ma non tutto, di sicuro è innegabile l'importanza che man mano Calha ha acquisito nel gioco nerazzurro: arrivato nell'estate 2021 per fare la mezzala alla sinistra di Marcelo Brozovic, la scorsa stagione si è rapidamente trasformato nel regista della squadra sia per le difficoltà fisiche del croato, sia per la necessità di trovare spazio a Henrikh Mkhitaryan, imprescindibile nel dare equilibrio e sostanza nel 3-5-2 di Simone Inzaghi. Non è un caso se l'Inter questa estate abbia deciso di privarsi di Brozovic per dare definitivamente le chiavi della squadra in mano all'ex Milan, che più che un classico regista è un tuttocampista capace di legare i reparti ma anche pronto a tentare la conclusione da fuori o servire l'assist.

Vedi anche Bilancio Inter, la società è prudente: nel budget c'è la retrocessione in Europa League inter Bilancio Inter, la società è prudente: nel budget c'è la retrocessione in Europa League

Giocatore unico nella rosa nerazzurra, insomma, e anche per questo senza di lui l'Inter soffre particolarmente. In questa ottica, bisogna capire cosa farà Inzaghi nel prossimo match: il turco, dopo l'affaticamento muscolare che gli ha fatto saltare la Real Sociedad, è tornato oggi ad allenarsi in gruppo, ma la trasferta di Empoli sembra anche l'occasione perfetta per dare un'altra chance ad Asllani, che per il tecnico è l'unico vero sostituto del turco in cabina di regia. Calhanoglu sarà convocato, ma in quest'ottica non è da escludere che parta dalla panchina. Chi non dovrebbe essere invece ancora disponibile è Cuadrado: il colombiano ha lavorato sul campo ma senza forzare. Il suo rientro è previsto nel turno infrasettimanale con il Sassuolo.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti