Colpo Genoa, Lazio ko all'Olimpico

Segna prima l'ex Pandev, pareggia Parolo. Il Var annulla un gol a Laxalt che al 92' poi firma il gol vittoria

  • A
  • A
  • A

Super Genoa in casa della Lazio nel posticipo della 23esima giornata di Serie A. Allo stadio Olimpico finisce 2-1 per i rossoblù che passano con l'ex Pandev (55'), poi la risposta dei biancocelesti con Parolo (59'). Il Var annulla un gol a Laxalt (81') ma l'uruguaiano al 92' segna di testa il gol della vittoria del Grifone che sale così a 24 punti, allontanandosi dalla zona retrocessione. La Lazio resta al terzo posto.

Simone Inzaghi si affida al 3-5-2 dovendo rinunciare agli squalificati Lulic e Milinkovic-Savic, al loro posto partono dal primo minuto Lukaku sull'out di sinistra e Murgia come interno di centrocampo. I biancocelesti con una vittoria resterebbero al terzo posto, ma staccherebbero Inter e Roma. Ballardini lancia il Genoa con la coppia d'attacco formata dall'ex Pandev e Galabinov, mentre nel riscaldamento perde Rosi e sulla corsia destra, nel 3-5-2, gioca dal 1' Pedro Pereira.

Dopo qualche minuto di studio, la Lazio inizia a prendere campo al 7' una spizzata di Galabinov libera Pandev che, dal centro dell'area, calcia al volo col sinistro ma Strakosha blocca in presa senza problemi. Al 9' la Lazio risponde con una conclusione acrobatica, da posizione defilata, di Luis Alberto che finisce alto. Due minuti dopo un bel cross di Lukaku trova il colpo di testa di Parolo, sfera fuori. Reazione del Genoa al 25' con un destro da fuori, alto, di Hiljemark. La Lazio sembra soffrire il grande pressing dei rossoblù in mediana, e soprattutto la tenuta difensiva della squadra di Ballardini. Così al 29' ci prova Murgia dalla distanza, ma la palla finisce comoda tra le braccia di Perin. Al 34' buona percussione centrale del Genoa, De Vrij è provvidenziale nel fermare Hiljemark prima della conclusione. Al 40' Olimpico furioso con l'ex Pandev, che prima resta a terra dopo un contrasto di gioco, poi improvvisamente si rialza per dar vita ad un contropiede del Grenoa che si conclude con una conclusione da posizione defilata di Laxalt che Strakosha blocca in presa. Risposta Lazio con Luis Alberto dalla distanza, Perin sventa in due tempi. È l'ultima emozione del primo tempo.

Nella ripresa la Lazio inizia forte, reclamando un rigore dopo pochi secondi per un sospetto contatto tra Pedro Pereira e Luis Alberto, per poi vedere una conclusione di Immobile murata. Al minuto 8 grande occasione per i biancocelesti con una conclusione dal limite pericolosissima di Lucas Leiva deviata in corner da un difensore. Al 55' il Genoa passa a sorpresa: azione dalla destra che arriva a Galabinov che di tacco la piazza alle sue spalle per l'accorrente Pandev, De Vrij sbaglia l'intervento e praticamente ferma la palla per il macedone che, dall'altezza del dischetto, con il destro chiude il diagonale per battere Strakosha e firmare il più classico dei gol dell'ex, con tanto di esultanza. Risposta immediata della Lazio che trova subito il pareggio: cross tagliato dalla destra di Caceres e con la punta esterna del mancino Parolo, un paio di metri dentro l'area, mette la palla sul secondo palo alle spalle di Perin. Al 70' Simone Inzaghi manda in campo Nani e Felipe Anderson (tirando fuori Marusic e Murgia) per una Lazio a trazione interiore.

Il Genoa, però, colpisce ancora al minuto 81 con un lancio lungo che pesca l'inserimento di Laxalt che approfitta di un interventi scellerato di Caceres per portarsi la palla avanti e battere Strakosha con un diagonale mancino, ma l'arbitro Maresca richiamato dal Var annulla la rete per un fallo di mano dello stesso Laxalt nel portarsi il pallone avanti. All'85' grande occasione per la Lazio con un diagonale di Immobile, defilato sulla destra, Perin si distende e para in due tempi. Al secondo minuto di recupero ecco che segna di nuovo Laxalt, di testa su uno splendido cross di Hiljemark, e stavolta il Var non interviene e il Genoa passa in vantaggio. Lazio ferita e al tappeto, perché al triplice fischio ad esultare è il Grifone che in classifica aggancia il Cagliari a quota 24 punti, a +7 sul terzultimo posto della Spal. La squadra di Inzaghi, invece, resta al terzo posto ma con solo un punto di vantaggio sull'Inter quarta.

Pandev 7 – Si danna l'anima dal primo minuto e nella ripresa trova meritatamente il gol. Dal suo piede partono tutte le azioni più pericolose del Genoa.

Laxalt 7.5 – Sulla sinistra è un demonio, il Var prima gli nega la gioia del gol, poi lui va a prendersi la gloria con un colpo di testa fatto di cattiveria e tempismo.

Hiljemark 7 – L'assist per il gol di Laxalt è delizioso come tante altre giocate che illuminano la serata dell'Olimpico. Il Genoa aveva proprio bisogno del suo ritorno.

Caceres 5 – Firma l'assist per il gol di Parolo, poi viene salvato dal Var in occasione del gol annullato a Laxalt perché il suo intervento nella circostanza ha lasciato davvero a desiderare.

Parolo 6.5 – Non solo per la splendida rete, per tutta la partita prova a caricare i suoi lottando come un forsennato, ma stasera i suoi compagni proprio non lo seguono.

LAZIO-GENOA 1-2
Lazio (3-5-2):
Strakosha 5.5; Caceres 5, De Vrij 5, Radu 6; Marusic 5.5 (25'st Felipe Anderson 6), Parolo 6.5, Leiva 6.5, Murgia 6 (25'st Nani 6), Lukaku 6.5 (38'st Patric sv); Luis Alberto 5.5, Immobile 5.5. A disp.: Guerrieri, Vargic, Basta, Bastos, Caicedo, Luiz Felipe, Neto, Miceli. All. Simone Inzaghi 5.5.
Genoa (3-5-2): Perin 6; Biraschi 6.5, Rossettini 6.5, Zukanovic 6.5; Pereira 6 (38'st Lazovic sv), Rigoni 6 (20'st Medeiros 6), Bertolacci 6.5, Hiljemark 7, Laxalt 7.5; Pandev 7 (42'st Bessa sv), Galabinov 6.5. A disp.: Lamanna, Zima, Gentiletti, Cofie, Lapadula, Migliore, Omeonga. All. Ballardini 7.
Arbitro: Maresca
Marcatori: 10' st Pandev (G), 14' st Parolo (L), 47' st Laxalt (G)
Ammoniti: Rossettini (G)

• Seconda sconfitta consecutiva della Lazio in Serie A: non era mai successo in questo campionato per i biancocelesti.
• I biancocelesti interrompono una striscia di tre vittorie consecutive in casa in questo campionato. In questa striscia aveva sempre trovato almeno tre gol.
• Il Genoa non segnava più di un gol fuori casa da sette partite in Serie A.
• Il Genoa ha conquistato 16 dei suoi 24 punti in campionato fuori casa: il 67%, un record in percentuale in questa Serie A.
• Goran Pandev ha segnato cinque reti alla Lazio in carriera: una in ognuna delle ultime due gare giocate contro i biancocelesti in campionato.
• Gli ultimi due gol di Pandev sono avvenuti di destro: prima di questi, non segnava con il piede destro da settembre 2013.
• Diego Laxalt non segnava in trasferta in Serie A dall'ottobre 2015 contro il Torino.
• Quarta rete stagionale per Marco Parolo in Serie A (la prima in carriera al Genoa). Non trovava il gol da ottobre 2017 nella trasferta contro il Benevento.
• Marco Parolo ha partecipato attivamente a 10 gol in questa Serie A (quattro gol e sei assist): uno in più rispetto alla somma degli ultimi due campionati (otto gol e un assist).

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments