Genova dice no al derby di lunedì: "E' la festa di una città, si giochi sabato o domenica"

La Lega ha imposto il posticipo per la concomitanza con la Mezza Maratona. Interviene anche il governatore Toti

Genova dice no al derby di lunedì: "E' la festa di una città, si giochi sabato o domenica"

"Il derby di Genova è una festa di tutta la città ed è giusto che si giochi nel weekend e non di lunedì. La Lega Calcio ci ripensi!". Lo chiede il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti via fb. Il 15 aprile è lontano, e la scelta fatta ieri dalla Lega ha messo in moto tutto il malumore dei genovesi per una decisione che non condivdono. Anzi.

"Ho scritto alla Lega Calcio proponendo delle soluzioni alternative: giocare il derby il lunedì sera non ha senso", dice Stefano Anzalone, consigliere comunale con delega allo Sport del Comune di Genova. Si prova a far cambiare la data del derby della Lanterna, fissato lunedì 15 aprile alle 20.30.
La gara è stata posticipata su indicazione dell'Osservatorio delle manifestazioni sportive del Ministero degli Interni per evitare la concomitanza con la Mezza Maratona di Genova in programma domenica 14, evento caratterizzato da una elevata partecipazione di pubblico ma la cui partenza è indicata alle 9.45.
"Ho chiesto alla Lega che si giochi il sabato o la domenica sera. Non ci sarebbero state problematiche con la Mezza Maratona, al massimo si poteva decidere di giocare la domenica nel tardo pomeriggio. Tutto il mondo sa quello che sta soffrendo Genova dopo il crollo del Ponte Morandi del 14 agosto: avere un pizzico di sensibilità in più nei confronti della città è il minimo".

TAGS:
Calcio
Genova
Derby
Genoa
Sampdoria

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X