GENOA-SASSUOLO 1-2

Genoa-Sassuolo 1-2: De Zerbi sogna l'Europa con Raspadori e Berardi

Per i neroverdi resta vivo l'obiettivo settimo posto, ai rossoblù non basta il gol di Zappacosta

  • A
  • A
  • A

Il Sassuolo espugna anche il campo del Genoa. I neroverdi, nella 35.esima giornata di Serie A, vincono 2-1 al Ferraris. Apre le marcature Raspadori al 14' e nella ripresa, minuto 66, arriva il raddoppio di Berardi. Nel finale la rete della bandiera dei padroni di casa firmata da Zappacosta (85'). La squadra di De Zerbi insegue l'Europa, mentre Ballardini dovrà ancora sudare per la salvezza.  

LA PARTITA
Brilla la stella di Raspadori e il Sassuolo continua a sognare il settimo posto e l'Europa. Altri tre punti importanti per la squadra di De Zerbi che anche oggi ha dimostrato di trovarsi a memoria con un gioco veramente fluido. A Genova i neroverdi sono scesi in campo con la convinzione di sempre e fin da subito hanno preso in mano la gestione della partita. Tanto possesso palla e la pazienza di trovare il varco giusto. Varco che al 14' è diventato un'autostrada per Raspadori. Percussione centrale Locatelli-Traore e palla per il giovane attaccante lasciato libero da Masiello e Zapata: piattone di destro e palla alle spalle di un'incolpevole Perin. 

Rossoblù che restano in partita, ma che attendono e provano a ripartire in velocità. Al 27' il gol del pari di Zajc, però, viene annullato da Mariani dopo un consulto al Var. A render vano il colpo di testa dello sloveno il fallo a inizio azione di Destro su Locatelli. Qui finiscono le azioni da gol del primo tempo, mentre la ripresa si apre in maniera subito frizzante. Al 50' Raspadori tentenna e perde l'attimo per il 2-0, mentre sul ribaltamento di fronte è Goldaniga a mettere paura a Consigli con un colpo di testa che si infrange sulla traversa. 

Al 66' il raddoppio del Sassuolo con Berardi al sedicesimo gol stagionale, che vuol dire record personale eguagliato. Rete letteralmente regalata da Masiello con un retropassaggio senza senso. Una sorta di pallonetto verso Perin che viene intercettato dall'esterno neroverde e spinto in fondo al sacco.

Il Genoa fatica e si sveglia solo nel finale con l'eurogol a cinque minuti dal 90' di Zappacosta con un destro a giro dal limite dell'area. La rete della bandiera. Il Sassuolo poi amministra e porta a casa i tre punti, mentre il Genoa dovrà ancora sudare per conquistare la salvezza. Per la squadra di Ballardini un'occasione sprecata per chiudere il discorso. 

LE PAGELLE
Raspadori 7
- Un altro gol per questo 2000 che cresce a vista d'occhio grazie agli insegnamenti di De Zerbi. Gli si può anche perdonare un'incertezza davanti a Perin che gli è costata la doppietta personale.

Pandev 5,5 - Meno incisivo rispetto al solito. Corre tanto, ma i compagni non lo aiutano.

Locatelli 6,5 - Altra prova da vero leader. E' lui la mente, il cervello da cui parte ogni azione del Sassuolo.

Masiello 4,5 - Domenica horror per il difensore rossoblù. Prima si perde Raspadori, poi con un retropassaggio da matita rossa regala il raddoppio a Berardi.

IL TABELLINO
GENOA-SASSUOLO 1-2
Genoa (3-5-2)
: Perin 5,5; Goldaniga 5,5, Zapata 5, Masiello 4,5; Ghiglione 5,5 (1' st Shomurodov 5,5), Behrami 5,5 (23' st Cassata 6), Badelj 5,5, Zajc 5,5 (30' st Pjaca sv), Zappacosta 5,5; Pandev 5,5 (23' st Scamacca 6), Destro 5 (23' st Rovella 6). A disp.: Marchetti, Melegoni, Onguene, Paleari, Czyborra, Scamacca, Portanova, Radovanovic. All.: Ballardini 5
Sassuolo (4-2-3-1): Consigli 6; Toljan 6, Chiriches 6, Rogerio 6; Lopez 6,5, Locatelli 6,5 (36' st Bourabia sv); Berardi 6,5 (36' st Caputo sv), Traore 6,5 (27' st Haraslin 6), Djuricic 6 (12' st Defrel 6); Raspadori 7 (27' st Obiang sv). A disp.: Pegolo, Magnanelli, Ayahn, Peluso, Muldur, Oddei, Kyriakopoulos. All.: De Zerbi 7
Arbitro: Mariani
Marcatori: 14' Raspadori (S), 21' st Berardi (S), 35' st Zappacosta (G)
Ammoniti: Zappacosta, Cassata (G)
Espulsi:

LE STATISTICHE
Prima sconfitta casalinga del Genoa nel 2021 in Serie A (4V, 6N); più in generale, il Grifone non perdeva al Ferraris da 11 match (dicembre vs Juventus).

Il Genoa ha perso quattro delle ultime sei sfide di Serie A (1V, 1N): tante quante nelle precedenti 18 (6V, 8N).

Il Sassuolo ha guadagnato 16 punti nelle ultime sei gare di campionato (5V, 1N): record nel parziale.

Il Sassuolo ha vinto cinque delle ultime sei partite di Serie A (1N): tante quante nelle precedenti 21.

Il Sassuolo ha vinto tre trasferte di fila per la prima volta dallo scorso novembre. 

Tre dei sette gol segnati da Giacomo Raspadori in Serie A sono arrivati contro il Genoa, diventata ora la sua vittima preferita nel massimo torneo italiano.

Soltanto Roberto Piccoli è più giovane di Giacomo Raspadori tra i giocatori che hanno realizzato almeno cinque gol in questo campionato.

Questo è solo il primo gol messo a segno da Giacomo Raspadori nei primi tempi di Serie A, dopo che tutti i sei precedenti erano arrivati nei secondi 45' di gioco.

Giacomo Raspadori ha segnato tre gol nelle ultime tre partite di campionato: tanti quanti nelle sue precedenti 28 di Serie A.

Tre dei cinque assist forniti da Hamed Traore in Serie A sono arrivati contro squadre liguri: due vs Sampdoria e uno vs Genoa.

Per la prima volta in Serie A, Domenico Berardi ha preso parte attiva ad almeno un gol in sei gare di fila (sette reti, un assist).

Domenico Berardi non andava a bersaglio per tre match di fila in Serie A dallo scorso ottobre.

Domenico Berardi ha segnato 16 gol in questo campionato, eguagliando la sua migliore stagione realizzativa in Serie A: 16 anche nel 2013/14.

Terzo gol per Davide Zappacosta in campionato: non ne aveva mai realizzati di più in un singolo torneo di Serie A (tre anche nel 2014/15 con l'Atalanta).

Cinque degli otto gol di Davide Zappacosta in Serie A sono arrivati da fuori area (quattro in gare casalinghe).

Escludendo gli autogol, prima di oggi il Sassuolo non segnava una rete nel primo tempo in Serie A dalla doppietta di Berardi lo scorso marzo; da allora, 10 marcature tutte nella ripresa.

400ª partita di Andrea Consigli in Serie A (246 col Sassuolo). Solo cinque portieri hanno finora tagliato questo traguardo nell'era dei tre punti a vittoria nel massimo torneo: Buffon, Handanovic, Frey, De Sanctis e Antonioli.

200 presenze in Serie A per Mattia Perin con la maglia del Genoa: primo giocatore del Grifone a raggiungere questo obiettivo nell’era dei tre punti a vittoria.

100ª panchina di Davide Ballardini con il Genoa in Serie A.

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments