Genoa, Prandelli in conferenza con due calciatrici dell'Under 17

Sorpresa per l'8 marzo: "Più rispetto per le donne". Sul Parma: "In attacco sa giocare in più modi"

Genoa, Prandelli in conferenza con due calciatrici dell'Under 17

Conferenza stampa dedicata alle donne per Cesare Prandelli che ha incontrato i giornalisti alla vigilia della trasferta di Parma accompagnato da due giocatrici della formazione Under 17 del Genoa Calcio Femminile, Giada Abate e Arianna Giupponi. "L'otto marzo dovrebbe esserci tutti i giorni. Ci vuole più rispetto per le donne che sono il traino della vita" ha detto il tecnico del Grifone.

Il tecnico ha poi presentato la sfida del Tardini. "Sarà una sfida particolarmente impegnativa. Di fronte avremo un Parma che ha davanti giocatori capaci di gestire il fronte d'attacco in più modi: ad esempio possono tenere palla con Inglese, un giocatore che è migliorato tanto, o fare delle percussioni con Gervinho o altri giocatori che hanno molta corsa".

Parma riporta indietro nel tempo Prandelli: "Arrivai in una stagione dove la proprietà aveva deciso di cambiare, c'era Arrigo Sacchi responsabile tecnico e quindi valorizzammo i giocatori giovani. Abbiamo fatto due stagioni straordinarie e per due anni siamo arrivati in Europa League. Poi il secondo anno c'è stato il crac Parmalat e ci siamo trovati in difficoltà. Ma lì è uscita una cosa unica: una unione tra squadra e città che aveva capito l'importanza del momento".

TAGS:
Genoa
Prandelli
Conferenza
Giada abate
Arianna giupponi
Festa donna

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X