PANCHINA CHE SCOTTA

Montella, rispunta l'ombra di Gattuso: "Fiducia? Serve vincere"

La sconfitta al Franchi col Lecce potrebbe costare l'esonero all'Aeroplanino, ma Commisso lo difende

  • A
  • A
  • A

Si complica la posizione di Vincenzo Montella a Firenze. La sconfitta contro il Lecce (terzo ko di fila dopo quelli contro Cagliari e Verona) potrebbe costare infatti la panchina all'Aeroplanino. Secondo quanto si apprende, visto lo scarso rendimento della squadra, per il tecnico viola potrebbe arrivare un esonero anche in tempi brevi. Tra i nomi che circolano circa i possibili sostituti di Montella alla Fiorentina, nelle ultime ore si farebbe sempre più largo quello di Gennaro Gattuso

A Firenze tira una brutta aria per Montella. E dopo il ko col Lecce il tecnico viola mostra da una parte cautela sul suo futuro e dall'altra convinzione sul progetto. "Per avere la fiducia della società bisogna vincere - ha spiegato l'Aeroplanino a fine gara -. Ma con questo atteggiamento sono convinto che la vittoria non tarderà ad arrivare". "Questa sconfitta pesa, ma non c'è da recriminare e fa ancora più male - ha aggiunto -. Se altre volte potevamo prendercela con noi stessa, stavolta è stato il calcio. I fischi vanno accettati".  "Tutti hanno dato il meglio, si può giocare più o meno bene ma la partita è stata ben interpretata per atteggiamento - ha continuato il tecnico viola -. Non mi sento di dire niente, non meritavamo neanche il pareggio, ma solo di vincere. Il calcio è questo e va accettato".

Poi qualche battuta sull'analisi tecnica della gara e sulle difficoltà a fare gol: "Abbiamo messo Pedro, che veniva a giocare incontro. Siamo arrivati tantissime volte comunque dentro l'area. Vlahovic è arrivato tre volte davanti al portiere, una l'ha tirata alta. Forse solo Ribery non entra sempre in area, ma gli altri sì". Infine qualche considerazione proprio sulle condizioni di Ribery, uscito nell'intervallo per un problema alla caviglia destra: "Ha una fortissima contusione. A fine primo tempo era dispiaciutissimo".

Dal canto suo, Rocco Commisso  ha provato a difendere Montella dopo il ko con il Lecce. "E’ arrivata un’altra sconfitta, ma è differente. I ragazzi questa volta ce l’hanno messa tutta ma non siamo stati fortunati. Io sono con loro e se qualcuno deve fare critiche le faccia direttamente a me. Non ci sono novità sull’allenatore, c’è Chiesa che sta male e Ribery che sta male. Le due partite contro il Cagliari e contro il Verona lasciamole stare. Alla gente dico che i conti fateli pagare a me. Andiamo avanti un giorno alla volta. Montella? Io devo guardare ogni partita e come arrivano i risultati. La classifica è brutta, però questa è la vita. Rinforzi a gennaio? Può darsi", ha detto il presidente viola.

Vedi anche Serie A, Fiorentina-Lecce 0-1: terzo ko di fila per Montella fiorentina Serie A, Fiorentina-Lecce 0-1: terzo ko di fila per Montella

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments