FIORENTINA-LECCE 0-1

Serie A, Fiorentina-Lecce 0-1: terzo ko di fila per Montella

Decide tutto una rete di La Mantia nella ripresa. Ribery fuori per infortunio, al Franchi piovono fischi

di
  • A
  • A
  • A

Continua il momento buio della Fiorentina. Al Franchi, nella 14.ma giornata di Serie A, la squadra di Montella perde 1-0 col Lecce e incassa la terza sconfitta di fila. Nel primo tempo è la Viola a fare il match, ma la squadra di Liverani regge l'urto. Nella ripresa poi Ribery esce per infortunio e La Mantia decide la gara in tuffo di testa (49'). Per i salentini tre punti pesanti in chiave salvezza. Montella invece rischia

LA PARTITA

Dopo due sconfitte di fila pesanti e senza l'acciaccato Chiesa, Montella si presenta al Franchi col solito 3-5-2 e tanta voglia di invertire la rotta. In mezzo alla difesa c'è Ceccherini al posto di Pezzella, in mediana rientrano Pulgar e Castrovilli, davanti tocca a Vlahovic far coppia con Ribery. Senza Mancosu infortunato e Lapadula squalificato, Liverani invece lascia Babacar in panchina e in attacco si affida al tandem Farias-La Mantia con Shakhov trequartita. Con i salentini subito bassi e aggressivi sui portatori, la Fiorentina prende in mano la gara manovrando con rapidità in mezzo al campo e allargando il gioco. Castrovilli, Milenkovic, Lirola e Vlahovic cercano di sfondare partendo larghi e puntando la porta, ma Gabriel è attento e il Lecce, nonostante i pericoli, regge l'urto. Ribery e Castrovilli provano a far saltare il banco mettendola sulla tecnica, ma la difesa di Liverani è chiusa e non si passa. Fino al limite la banda di Montella fa tutto bene, ma poi non trova sbocchi o sbaglia scelte nell'ultimo passaggio. Pescato col contagiri da Lirola, Dalbert sfiora il vantaggio di testa. Poi Petriccione impegna Dragowski su punizione e il primo tempo si chiude con i salentini più propositivi e l'infortunio di Ribery.

Infortunio che nella ripresa costringe Montella a gettare subito Boateng nella mischia e che cambia il match. Senza il suo leader, la Viola perde sicurezza e metri. Il Lecce invece guadagna campo e sblocca la gara con La Mantia, bravo ad avviare e a concludere in tuffo l'azione del vantaggio dopo pochi minuti. Gol che da una parte rompe l'equilibrio e dall'altra sveglia la Fiorentina. Gabriel si supera due volte su Vlahovic, poi Milenkovic non trova la porta di testa su calcio d'angolo. Tre occasioni clamorose a cui Liverani replica levando Farias e facendo entrare Babacar per non arretrare troppo e dare più fisicità alla squadra. Mossa coraggiosa, che non arresta però il forcing viola. Con Ghezzal e Pedro in campo, nell'ultima mezz'ora gli uomini di Montella attaccano infatti a testa bassa. Vlahovic ha sul sinistro la palla buona per pareggiare, ma spara alto. Poi è Pedro a sbagliare mira. Dall'altra parte del campo invece è Babacar a non approfittare di un errore di Dragowski. Errore che tiene vivo il match fino all'ultimo. Nel finale la Fiorentina protesta per un intervento in area di Petriccione su Dalbert, poi Babacar fallisce ancora il colpo del ko dopo aver rubato palla a Ceccherini. L'ultima occasione del match porta la firma di Pedro, ma il suo colpo di testa finisce alto sopra la traversa e serve solo per innescare la protesta dei tifosi viola. Al triplice fischio, infatti, al Franchi piovono solo fischi. E sono tutti per Montella & Co. Dopo tre sconfitte di fila la crisi della Fiorentina è evidente e la posizione del tecnico traballa. Per Liverani invece è una grande serata. La vittoria del Franchi per il Lecce profuma di "salvezza". 
 

LE PAGELLE

Ribery 6,5: la squadra lo cerca come un faro e lui si fa trovare sempre tra le linee. Inventa calcio finché resta in campo. Poi esce e si spegne la luce. A fine primo tempo alza bandiera bianca dopo uno scontro con Tachtsidis
Castrovilli 6: prova a dar fastidio al play del Lecce e far valere le sue qualità nel palleggio e nel dribbling a rimorchio delle punte, ma non riesce ad affondare il colpo. Parla la stessa lingua di Ribery. Ma solo nel primo tempo
Lirola 5,5: parte alto e costringe Calderoni a guardarsi le spalle. Spinge, crossa e rientra, andando anche al tiro e sfiorando il gol. Gli manca però un po' di precisione
Vlahovic 5: i numeri ci sono, per il resto c'è ancora da lavorare. Soprattutto sui movimenti in area e sulla cattiveria sottoporta. Ribery ha molto da insegnargli 
La Mantia 7: tanti duelli aerei e giocate di sponda. Impegna continuamente Ceccherini nel corpo a corpo e firma in tuffo la rete che sblocca la gara
Lucioni e Rossettini 7: attenti, ordinati e precisi. Si alternano le marcature su Vlahovic, Ribery, Boateng e Ghezzal facendo buona guardia e proteggendo Dragowski
Babacar 5: entra al posto di Farias e ha due ottime chance per raddoppiare. Le spreca entrambe
 

IL TABELLINO

FIORENTINA-LECCE 0-1
Fiorentina (3-5-2): Dragowski 5; Milenkovic 5,5, Ceccherini 5, Caceres 5,5; Lirola 5,5 (10' st Ghezzal 6), Pulgar 6, Badelj 6 (27' st Pedro 5,5), Castrovilli 6, Dalbert 6; Vlahovic 5, Ribery 6,5 (1' st Boateng 6). 
A disp.: Terracciano, Ranieri, Sottil, Cristoforo, Eysseric, Venuti, Benassi, Zurkowski, Terzic. All.: Montella 5
Lecce (4-3-1-2): Gabriel 6,5; Rispoli 6,5, Rossettini 7, Lucioni 7, Calderoni 6; Petriccione 6,5, Tachtsidis 6, Tabanelli 6; Shakhov 6; Farias 5,5 (12' st Babacar 5), La Mantia 7 (33' st Vera sv).
A disp.: Vigorito, Bleve, Riccardi, Benzar, Meccariello, Dubickas, Gallo, Lo Faso, Dell'Orco, Imbula. All.: Liverani 7
Arbitro: Piccinini
Marcatori: 4' Lamantia (L)
Ammoniti: Castrovilli (F); Rispoli, Petriccione, Rossettini (L)
Espulsi: -


LE STATISTICHE

•    Con questo successo il Lecce ha rimesso in perfetta parità il bilancio nelle 27 sfide contro la Fiorentina in Serie A: nove vittorie per parte e altrettanti pareggi.
•    Il Lecce ha conquistato fuori casa 11 dei 14 punti in questa Serie A: terzo successo per i salentini in trasferta in stagione.
•    Il Lecce ha vinto tre delle ultime quattro sfide in casa della Fiorentina in Serie A (1N); per la prima volta i giallorossi hanno ottenuto due clean sheet consecutivi al Franchi nel massimo campionato.
•    Primo clean sheet stagionale per il Lecce: i giallorossi hanno mantenuto la porta inviolata in Serie A dopo 21 partite consecutive con almeno un gol subito.
•    La Fiorentina ha perso sei delle ultime sette sfide in Serie A contro squadre neopromosse (1N), tutte per 0-1 incluse le ultime tre consecutive in casa.
•    La Fiorentina non ha trovato il gol contro una squadra neopromossa in Serie A per la settima partita consecutiva: l'ultima rete è stata quella di Bryan Dabo nel 3-1 contro l'Empoli nel dicembre 2018.
•    La Fiorentina ha ottenuto un solo punto nel mese di novembre: solo il Brescia (zero) ne ha raccolti meno nello stesso periodo.
•    Includendo la scorsa Serie B, Andrea La Mantia ha realizzato di testa cinque dei suoi ultimi sei gol, compresi tutti gli ultimi quattro.
•    Evgen Shakhov ha fornito due assist nelle ultime tre partite da titolare in Serie A.
•    Nikola Milenkovic ha vinto il 100% dei duelli aerei (sei su sei) nella sfida contro il Lecce.
•    Franck Ribery ha completato l’83.3% dei dribbling tentati nella sfida contro il Lecce (cinque su sei): la miglior percentuale del francese in una singola partita di questo campionato.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments