LAZIO-MARSIGLIA 0-0

Europa League, Lazio-Marsiglia 0-0: Sampaoli imbriglia Sarri

All'Olimpico gara tattica ed equilibrata: grandi prove di Strakosha e Pau Lopez, traversa di Immobile

  • A
  • A
  • A

La Lazio non sfonda in Europa League. Nel terzo turno del Gruppo E la squadra di Sarri pareggia 0-0 con l'Olympique Marsiglia e non riesce a staccare in classifica i francesi. All'Olimpico gara tattica e molto equilibrata con le difese grandi protagoniste e Pau Lopez e Strakosha sugli scudi con le loro parate da una parte e dall'altra. Nelle ripresa Immobile centra una traversa

LA PARTITA
All'Olimpico turnover soft per Sarri, che piazza Zaccagni nel tridente accanto a Immobile e Felipe Anderson e Cataldi e Basic a completare la mediana con Milinkovic-Savic, Marusic e Lazzari. Ancora panchina per Luis Alberto. Solito assetto mobile invece per la formazione di Sampaoli, che si presenta a Roma con tante vecchie conoscenze della Serie A. In Porta c'è Pau Lopez, poi dentro dal primo minuto anche Lirola, Under e Milik. 

A ritmo lento e con gli spazi intasati, l'avvio del match si incarta in mediana e il gioco non decolla. Da una parte la Lazio prova a prendere in mano il possesso e ad allargare la manovra, dall'altra invece l'OM palleggia da dietro senza dare riferimenti, avanzando in fase di possesso la posizione di Rongier e tenendo Lirola largo alto a sinistra. Tattica che disinnesca le incursioni di Felipe Anderson e Zaccagni e aumenta la pressione dei francesi sugli esterni. Dopo una buona iniziativa a destra, Under spara alto in area piccola, poi un sinistro di Milik esce di poco al termine di un'azione ben manovrata. Occasioni a cui la Lazio risponde affidandosi alle giocate di Milinkovc-Savic tra le linee e alle qualità di Felipe Anderson a destra. Basic arriva tardi su un'incursione in profondità di Lazzari, poi Pau Lopez neutralizza un cross di Zaccagni e si oppone a due incornate ravvicinate di Luiz Felipe. Azioni che mancano il bersaglio grosso e lasciano tutto in equilibrio. Organizzato e pronto ad accompagnare la manovra con tanti uomini, il Marsiglia si difende bene e spinge. La Lazio invece arretra e riparte. Strakosha vola su un gran sinistro di Under, dall'altra parte Immobile invece non riesce ad agganciare un assist col contagiri di Felipe Anderson. 

La ripresa si apre con un'altra buona giocata di Under, ma Luiz Felipe è attento. Poi Cataldi inventa per Immobile, ma Ciro spreca tutto davanti a Pau Lopez. Più aggressiva, la Lazio recupera palla più alta e l'OM fatica a palleggiare con la stessa fluidità del primo tempo. A caccia di fisicità e idee, Sarri leva Milinkovic, Felipe Anderson e Basic e fa entrare Akpa Akpro, Pedro e Luis Alberto. Immobile segna, ma è in posizione irregolare e Aytekin annulla tutto. Poi tocca a Sampaoli fare qualche sostituzione: fuori Lirola, dentro Dieng. Ingresso che dà più peso davanti all'OM e accende la gara. Under testa ancora i riflessi di Strakosha, poi un destro a giro di Payet finisce largo di poco. Lampi a cui i biancocelesti replicano con un destro di Zaccagni parato da Pau Lopez e una traversa di Immobile da posizione impossibile. In pressione, nel finale la Lazio fa entrare anche Moro e Leiva e prova a dare la spallata alla gara. Con la squadra sulle gambe però è dura trovare lucidità nelle giocate. Pau Lopez dice no a Pedro, poi Moro ha sulla testa la palla buona per il colpaccio ma sbaglia tutto e la gara si chiude sull'ennesima iniziativa in ripartenza di Under. La Lazio non sfonda all'Olimpico col Marsiglia e nel Gruppo E è ancora tutto aperto per gli ottavi. 


LE PAGELLE
Strakosha 7: ingaggia un duello per tutta la gara con Under e lo vince uscendo dal campo con la porta inviolata
Immobile 5: come da copione si muove sul filo del fuorigioco, ma fatica a trovare i tempi giusti per beffare la difesa alta e organizzata di Sampaoli. Nella ripresa si mangia un gol davanti a Pau Lopez, poi segna in fuorigioco e centra una traversa da posizione impossibile
Felipe Anderson 6,5: quando la palla passa dai suoi piedi l'azione della Lazio si accende nei 56' che gli concede Sarri
Zaccagni 5,5: Rongier, Guendouzi e Under lo puntano a ripetizione, costringendolo a rimanere basso e a preoccuparsi più della fase di copertura. Un po' meglio nella ripresa
Pau Lopez 7: salva il risultato con almeno tre-quattro interventi d'istinto. Se l'OM porta a casa un punto, gran parte del merito è suo
Under 7: spinge e punta Marusic con continuità facendo danni ad ogni giocata. Si procura almeno tre grandi occasioni, costringendo la difesa della Lazio e Strakosha agli straordinari. Non molal fino alla fine
Payet 6,5: danza tra le linee dettando i tempi della manovra dell'OM. Non brilla per rapidità, ma sbaglia poco e può muoversi con grande libertà 
Lirola 5: parte alto largo a sinistra, ma si vede poco. Nel primo tempo serve più a tenere basso Lazzari che a costruire. Fuori dopo un'ora di gioco
 

IL TABELLINO
LAZIO-MARSIGLIA 0-0
Lazio (4-3-3): Strakosha 7; Lazzari 6,5, Luiz Felipe 6,5, Acerbi 6, Marusic 6; Milinkovic-Savic 5,5 (11' st Akpa Akpro 6), Cataldi 6 (32' st Leiva sv), Basic 5 (11' st Luis Alberto 6); Felipe Anderson 6,5 (11' st Pedro 6), Immobile 5, Zaccagni 5,5 (32' st Moro).
A disp.: Reina, Furlanetto, Patric, Escalante, Hysaj, Radu, Muriqi. All.: Sarri 5,5
Marsiglia (4-3-3): Pau Lopez 7; Rongier 6,5 (40' st Balerdi sv), Salibra 6,5, Caleta-Car 6,5, Peres 6,5; Guendouzi 5,5 (28' st Gueye 5,5), Kamara 6, Payet 6,5; Under 7; Milik 5,5 (28' st Gerson 6), Lirola 5 (16' st Dieng 6).
A disp.: Ngapandouentnbu, Mandanda, Alvaro, Harit, Luis Henrique, De La Fuente, Amavi, Sciortino. All.: Sampaoli 6,5
Arbitro: Aytekin (Ger)
Marcatori: -
Ammoniti: Payet, Kamara, Rongier (M)
Espulsi: -

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments