Lazio, solo un pari a Crotone

I biancocelesti regalano all'Inter un'altra chance: si deciderà tutto all'ultima giornata. I calabresi oggi sarebbero retrocessi

di
  • A
  • A
  • A

Tutto rinviato per la corsa Champions, che si deciderà settimana prossima nell'ultima gara di campionato tra Lazio e Inter. I biancocelesti infatti sprecano il match point a Crotone, dove pareggiano 2-2: Lulic sblocca la partita su rigore (17'), ma gli uomini di Zenga rispondono con Simy (29') e Ceccherini (61'). Nel finale arriva l'inutile pari di Milinkovic (84'). Per i calabresi è un punto che serve poco: oggi sarebbero retrocessi.

LA PARTITA
Si deciderà tutto negli ultimi 90 minuti e non poteva esistere finale migliore per un duello - quello per la Champions - che ogni settimana regala continui colpi di scena. Dopo il clamoroso crollo dell'Inter, la Lazio non ne approfitta e pareggia in casa del Crotone: un punto inutile per tutti a cominciare dai biancocelesti, che salgono a +3 sulla banda di Spalletti ma domenica prossima non potranno permettersi la sconfitta; in caso di arrivo a pari punti, infatti, a gioire sarebbe l'Inter per via degli scontri diretti. Il 2-2 dello Scida, dicevamo, scontenta anche i calabresi, che sono ora terzultimi insieme alla Spal e al momento sono virtualmente retrocessi: la squadra di Zenga, infatti, pagherebbe il 2-3 rimediato nello scontro diretto di febbraio.

La Lazio scende in campo "obbligata" a vincere, nel senso che un successo sarebbe l'unica condizione possibile per centrare la matematica qualificazione in Champions. L'atteggiamento è dunque aggressivo sin dall'avvio, tanto che al 17' Lulic spacca la gara con un rigore chirurgico dopo un banale fallo subito da Ceccherini. La partita si innervosisce, gli spazi sono intasati a dire poco e sugli sviluppi di un contropiede il Crotone è bravo a pareggiare il match: Martella da sinistra pesca a centro area Simy, che brucia Radu e supera Strakosha con un gran colpo di testa (29').

Dopo mezz'ora di sostanziale equilibrio, la Lazio alza il ritmo e prende in mano la partita fino all'intervallo. Tra il 39' e il 41' arrivano due colossali occasioni per i biancocelesti, che però sprecano: Caicedo, solo davanti a Cordaz, si fa ipnotizzare dal portiere, che poi è bravo a deviare in angolo il destro di Milinkovic. La ripresa si apre praticamente allo stesso modo, visto che Caicedo colpisce subito una traversa (47') in occasione di una punizione di Felipe Anderson. Il Crotone è però bravo a restare dentro la gara e al 61' arriva il vantaggio firmato Ceccherini, che è libero di colpire da pochi passi e beffa l'incerto Strakosha. Per il Crotone sarebbero tre punti vitali per la salvezza, ma la zampata di Milinkovic nel finale (84') confeziona l'inutile pareggio e apparecchia la tavola per un ultimo turno elettrizzante. 

LE PAGELLE

Lulic 6,5 - Inizio devastante sulla sinistra, dove fa un po' quello che vuole. Si procura il rigore e lo realizza con freddezza, cala nella ripresa insieme al resto dei compagni.

Felipe Anderson 5 -
Tante accelerazioni e qualche slalom interessante, ma gli manca sempre l'ultimo spunto. 

Radu 5 -
Al rientro dall'infortunio non è al meglio e si vede. Qualche incertezza di troppo in chiusura, è in ritardo su Simy in occasione dell'1-1.  

Caicedo 5 -
Prima parte di gara terribile: non si smarca e fallisce un'occasione enorme. Tenta di riscattarsi nella ripresa, ma il suo colpo di testa colpisce la traversa. 

Cordaz 7 -
Lucido, concentrato, esplosivo. Nel primo tempo salva il Crotone con due interventi super su Caicedo e Milinkovic, è molto bravo anche nelle uscite. 

Simy 6,5 -
Lavora con il fisico ed è fondamentale per dare respiro ai compagni. Trova il tempo giusto quando incorna il cross di Martella.

Faraoni 5,5 -
Zenga, a sorpresa, lo schiera esterno alto in attacco ma la mossa funziona poco. Innocuo oltre la metà campo, si concentra esclusivamente sulla fase difensiva.

IL TABELLINO

CROTONE-LAZIO 2-2
Crotone (4-3-3): Cordaz 7; Sampirisi 5,5, Ceccherini 6, Capuano 6, Martella 6,5; Mandragora 6, Barberis 6 (43' st Ricci sv), Rohden 6; Faraoni 5,5 (14' st Stoian 6), Simy 6,5, Nalini 6,5 (29' st Trotta 6).
A disp.: Festa, Ajeti, Pavlovic, Simic, Crociata, Diaby, Zanellato, Izco, Tumminello. All.: Zenga 6
Lazio (3-5-1-1): Strakosha 5,5; Wallace 5,5, De Vrij 6, Radu 5 (10' st Caceres 6); Basta 5,5 (20' st Nani 5,5), Murgia 5,5 (10' st Patric 6), Leiva 6, Milinkovic 6, Lulic 6,5; Felipe Anderson 5; Caicedo 5.
A disp.: Guerrieri, Vargic, Bastos, Marusic, Crecco, Di Gennaro, Neto. All.: Inzaghi 6
Arbitro: Mazzoleni
Marcatori: 17' rig. Lulic (L), 29' Simy (C), 16' st Ceccherini (C), 39' st Milinkovic (L)
Ammoniti:
Radu, Murgia, Nani (L); Nalini (C)
Espulsi: -

LE STATISTICHE
• Quello di oggi è il primo pareggio fra Crotone e Lazio in Serie A.
• La Lazio è imbattuta da 10 sfide di Serie A: si tratta della striscia di imbattibilità in corso più lunga nell'attuale campionato.
• I calabresi hanno segnato con gli unici due tiri nello specchio della porta effettuati nell'incontro.
• Milinkovic-Savic (12) è il centrocampista del campionato in corso ad aver segnato più reti.
• Il Crotone ha subito 33 gol nel corso dei primi 45' della Serie A 2017/18, meno solo del Benevento (34) nell'intervallo.
• Simy ha realizzato la sua prima rete di testa in Serie A: si tratta della terza del Crotone con questo fondamentale nel campionato in corso (record negativo nel torneo).
• Senad Lulic ha segnato 24 reti in Serie A in carriera: quella di oggi è la sua prima da calcio di rigore.
• Lulic ha segnato la nona rete dal dischetto per la Lazio in questo campionato, almeno due in più di qualsiasi altra squadra del torneo.
• Entrambi i gol in Serie A di Federico Ceccherini sono arrivati da un assist di Andrea Barberis.
• Dusan Basta ha tagliato oggi il traguardo delle 200 presenze in Serie A.
• Il Crotone ha tentato tre cross su azione nel match: non ne ha mai effettuati di meno in una partita di questa Serie A.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments