COPPA ITALIA

Coppa Italia, Fiorentina pazzesca: 5-2 ai supplementari al Napoli  

I viola, in dieci per tutta la ripresa, vengono raggiunti al 96’ da Petagna con i campani in 9. Venuti, Piatek e Maleh siglano la vittoria all’extra time

  • A
  • A
  • A

La Fiorentina esce trionfante dalle montagne russe con il Napoli negli ottavi di Coppa Italia. I viola, raggiunti al 96’ nei tempi regolamentari, passano 5-2 ai supplementari. Partita clamorosa: toscani avanti con Vlahovic (41’), raggiunti da Mertens (44’) e in dieci per l'espulsione di Dragowski. Nella ripresa il sorpasso di Biraghi (al 58’) e i rossi a Lozano e Ruiz, prima del pari di Petagna. Venuti, Piatek e Maleh firmano il successo.

LA PARTITA
Una Fiorentina da pazzi regala alla Coppa Italia l’ottavo di finale più incredibile di quest’edizione. Sparring partner il Napoli, sconfitto 5-2 ai supplementari dopo un 2-2 ricco di colpi di scena nei tempi regolamentari. I fuochi d’artificio al Maradona vengono preparati già al 18’, quando Milenkovic vola su un corner e incorna di testa, colpendo la traversa. La festa dei gol e dei colpi di scena si avvia al 41’, quando Vlahovic manda fuori tempo Tuanzebe e infila Ospina sotto le gambe. Passano tre minuti e Mertens risponde con una meraviglia a giro, che lascia sul posto Dragowski. Nel recupero del primo tempo la difesa viola completa la frittata: il malinteso sul retropassaggio di Venuti spalanca a Elmas le strade di un gol a porta vuota, ma Dragowski preferisce abbatterlo fuori area e rimediare un cartellino rosso, lasciando i suoi in dieci.

Nella ripresa la trama sembra scritta, ma viene ribaltata più volte. Al 58’ la Fiorentina, in inferiorità numerica, trova il nuovo vantaggio con il mancino educato di Biraghi, perfetto nell’infilare all’angolino dopo che la barriera ha respinto la sua punizione. Spalletti chiede a Lozano la giocata del pareggio e lo inserisce per un pur acceso Politano, ma il genio del messicano sbatte contro il palo. Genio e sregolatezza, in questo caso: pochi minuti dopo, Chucky entra con vigoria sproporzionata su Nico Gonzalez a centrocampo e viene espulso direttamente. Nel recupero Fabian Ruiz si becca il secondo giallo per fallo tattico e lascia i suoi in nove a un paio di minuti dal termine. Quando sembra mancare soltanto il fischio finale, Malcuit scappa via e serve a Petagna (aiutato da un errore di Nastasic) il pallone del clamoroso 2-2, al 96’.

Agguantato il pareggio, il Napoli prova a difendersi ai supplementari, ma l’inferiorità numerica e lo stile sbilanciato gioca a favore dei toscani. Il muro partenopeo crolla sul finire del primo tempo supplementare, trafitto dalla sfilettata al volo di Venuti. La zampata di Piatek, che bagna con il gol il ritorno in Italia dopo l’infelice esperienza in Bundesliga, e il sigillo di Maleh fissano il punteggio sul pirotecnico 5-2 finale, che manda la Fiorentina ai quarti di finale, dove troverà l’Atalanta. Per il Napoli eliminazione dolorosa e non priva di rimpianti.

PAGELLE
Vlahovic 7
– Un gol dei suoi ad aprire la partita, con controllo di fino e fisico a proteggere la posizione su Tuanzebe per poi spedire in rete con freddezza. In serate così, fermarlo è difficile.

Piatek 6,5 – Il Pistolero torna in Italia e spara il suo primo proiettile a segno. Si fa trovare al posto giusto al momento giusto, come al solito. Un po’ di polvere è ancora da togliere, questo sì.

Dragowski 4 – Ritorno in campo disastroso per il polacco, che con un rinvio sbagliato avvia l’azione del pareggio del Napoli e poi confeziona una papera clamorosa in collaborazione con Venuti, prendendo la discutibile decisione di farsi espellere pur di non subire un altro gol.

Mertens 6,5 – Partita non sempre brillante, a volte un po’ imballata dalla fisicità degli avversari. Poi però si inventa dal nulla il gol del primo pareggio e la sua serata cambia prospettiva e marcia.

Petagna 6,5 – Una partita insufficiente ribaltata dal guizzo finale con cui prolunga la partita ai supplementari. Fatica a fare da riferimento per i compagni e a spaccare la porta quando servirebbe, ma il 2-2 dimostra che nei momenti caldi sa farsi trovare pronto.

Lozano 5 – Entra per spaccare la partita e sembra in grado di farlo, quando dal nulla si inventa un rasoterra che sbatte sul palo. Il rosso per un intervento inutilmente violento a centrocampo rovina però il finale del Napoli ed è un errore imperdonabile.

TABELLINO
NAPOLI – FIORENTINA 2-5 d.t.s.
Napoli (4-2-3-1)
: Ospina 6 (1’ st Meret 6); Ghoulam 6,5 (40’ st Malcuit 6,5), Rrahmani 6, Tuanzebe 5, Di Lorenzo 5,5; Lobotka 5 (46’ st Cioffi 5,5), Demme 5,5 (19’ st F. Ruiz 5,5); Elmas 6,5, Mertens 6,5, Politano 6 (19’ st Lozano 5); Petagna 6,5 (4’ pts Juan Jesus 6). A disp.Idasiak, Costanzo, Zanoli, Vergara. All. Spalletti 5,5
Fiorentina (4-3-3): Dragowski 4 (49’ pt Terracciano 6,5); Biraghi 6,5, Nastasic 5 (1’ pts Igor Julio 6), Milenkovic 6,5, Venuti 6; Duncan 5,5 (49’ pt Terracciano 6), Torreira 6, Castrovilli 5,5 (44’ st Bonaventura 6); Saponara 6 (1’ st Maleh 7), Gonzalez 6 (44’ st Ikoné 6,5), Vlahovic 7 (28’ st Piatek 6,5). A disp. Rosati, Odriozola, Terzic, Pulgar, Callejon, Kokorin. All. Italiano 6
Arbitro: Ayroldi
Marcatori: 41’ Vlahovic (F), 44’ Mertens (N), 58’ Biraghi (F), 95’ Petagna (N), 106’ Venuti (F), 108’ Piatek (F), 119’ Maleh (F)
Ammoniti: Duncan (F), Rrahmani (N), Castrovilli (F), F. Ruiz (N), Tuanzebe (N)
Espulsi: Dragowski (F), Lozano (N), F. Ruiz (N)

LE STATISTICHE
Il Napoli ha perso la prima partita stagionale giocata in Coppa Italia per la prima volta da dicembre 2012 (1-2 v Bologna); da allora, i partenopei avevano sempre passato il turno nelle successive otto occasioni.

Il Napoli non subiva almeno cinque gol in un match in tutte le competizioni dal gennaio 2008, contro il Milan (5), in Serie A; in Coppa Italia, invece, dal novembre 1963, contro la Roma (5), al secondo turno.

La Fiorentina non segnava almeno cinque reti in una gara in tutte le competizioni da febbraio 2020, in Serie A, contro la Sampdoria (5); in Coppa Italia dal gennaio 2019, contro la Roma (7).

Dusan Vlahovic è il giocatore della Serie A che ha segnato più gol (19) in tutte le competizioni in questa stagione.

Soltanto Robert Lewandowski (31), Karim Benzema e Mohamed Salah (entrambi 23) hanno realizzato più gol di Dusan Vlahovic (19) nei Big-5 campionati europei 2021/22, considerando tutte le competizioni.

A partire da novembre, soltanto Dusan Vlahovic, Ciro Immobile (entrambi nove) e Tammy Abraham (10) hanno realizzato più gol di Dries Mertens in tutte le competizioni.

Ottavo gol di Dries Mertens contro la Fiorentina in tutte le competizioni, il secondo messo a segno in Coppa Italia (in tre gare giocate contro la Viola).

Dal 2018, soltanto Aleksandar Kolarov (7) ha segnato più gol di Cristiano Biraghi (5) da fuori area tra i difensori della Serie A in tutte le competizioni.

Cinque delle ultime nove reti di Cristiano Biraghi in tutte le competizioni sono arrivate da fuori area.

Andrea Petagna è andato a bersaglio per due gare ufficiali consecutive per la prima volta da marzo 2020.

Tutti i tre gol segnati da Lorenzo Venuti con la maglia della Fiorentina sono arrivati in Coppa Italia e in tre tempi diversi: primo; secondo ed extratime.

Krzysztof Piatek ha ritrovato il gol con una squadra italiana dopo 729 giorni (15/1/2020) dall’ultimo, col Milan (vs SPAL), ancora in Coppa Italia.

Due delle tre espulsioni di Bartlomiej Dragowski con la Fiorentina in tutte le competizioni sono arrivate contro il Napoli (la prima in Serie A lo scorso maggio).

L’ultima volta che il Napoli ha contato due espulsioni in uno stesso match in tutte le competizioni è stata in Serie A, nel dicembre 2018, contro l’Inter.

150ª presenza da titolare in tutte le competizioni per Nikola Milenkovic con la maglia della Fiorentina.

Krzysztof Piatek è tornato a giocare una partita con la maglia di una squadra italiana 716 giorni dopo l'ultima disputata col Milan, proprio in Coppa Italia, il 28 gennaio 2020 (vs Torino).

Quella segnata da Andrea Petagna al 94:45 è la rete più tardiva messa a segno dal Napoli in tutte le competizioni, nei tempi regolamentari, da quella di Dries Mertens in Serie A, nel febbraio 2020, contro la Sampdoria, al 97:26.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti