VERSO INTER-REAL MADRID

Inter, Dzeko: "Il Real? Subito i migliori, ma io e Lautaro siamo pronti"

Il bosniaco: "Non sento il peso di dover sostituire Lukaku"

  • A
  • A
  • A

L'attesa sta per finire. Per i tifosi, ma anche per i diretti protagonisti, quelli che tra poche ore scenderanno in campo. Arriva l'esordio in Champions, per l'Inter c'è il Real Madrid, per Dzeko la prima in Europa con la maglia nerazzurra a San Siro: "Non vedo l'ora di rigiocare in Coppa. Alla prima abbiamo subito i migliori. Siamo pronti". Il racconto del suo nuovo debutto europeo parte da qua e prosegue una analisi del rapporto con Lautaro, il suo nuovo partner d'attacco, stasera al suo fianco per provare a far male ai Blancos: "I giocatori forti possono sempre giocare insieme" ha proseguito il bosniaco nell'intervista rilasciata ad Amazon Prime Video. "Io con Aguero mi sono trovato benissimo, come lui con me, lo so per certo. Se facciamo qui con Lautaro quel che abbiamo fatto allora sono contento. Lautaro è un grandissimo giocatore e speriamo nei prossimi due anni almeno di fare grandi cose per l'Inter".

Corteggiato per anni dall'Inter, Dzeko è approdato in nerazzurro questa estate per sostituire Lukaku. Nel giro di pochi mesi è diventato una pedina inamovibile per Simone Inzaghi:  "Ho visto nell'Inter molta fiducia in me e che sanno e pensano che posso dare ancora tanto. Ho conosciuto il presidente Steven Zhang qualche anno fa a Milano e mi ha chiesto se immaginavo di giocare nell'Inter. L'anno scorso l'ho visto nel post-partita contro l'Inter ed erano già campioni d'Italia, ho fatto i complimenti e lui mi ha detto che avrei potuto vincere lo scudetto". Un obiettivo cui lavorare oggi alle dipendenze di un tecnico che ha sempre stimato, pur da avversario nei derby romani: "Negli ultimi anni ha fatto grandi cose alla Lazio e spero che da adesso tutti e due insieme continueremo a farle". E il peso dell'eredità di Lukaku? Troppp esperto Dzeko per farsi sopraffare del peso del passato: "Ha dato tanto all'Inter negli ultimi due anni. Ha vinto lo scudetto e fatto tante cose, ha fatto tanti gol. Ma io non sento un peso, non guardo cosa ha fatto un altro giocatore, penso solo all'Inter e ad aiutare la squadra".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments