CHAMPIONS LEAGUE

Champions League, Liverpool-Real Madrid 0-0: Zidane si prende la semifinale

I Reds fanno la partita, ma il muro dei Blancos regge: sulla strada per Istanbul ora c'è il Chelsea

di
  • A
  • A
  • A

Il Real Madrid vola in semifinale di Champions League, dove affronterà il Chelsea. Agli uomini di Zidane basta lo 0-0 nella gara di ritorno dei quarti contro il Liverpool, dopo la vittoria per 3-1 dell'andata. Ad Anfield va in scena un match quasi a senso unico, con i Reds padroni del campo e i Blancos spesso costretti a difendersi. I ragazzi di Klopp però peccano di precisione e non riescono a sfondare, dovendo infine arrendersi e salutare la competizione.

LA PARTITA

Con non poche sofferenze, ma la missione è compiuta. Il Real Madrid torna in semifinale di Champions League a quattro anni di distanza dall'ultima volta, centrando il suo miglior risultato europeo dell'era post-CR7. Lo fa al termine di una sfida inevitabilmente difficile e combattuta, contro un avversario che domina per larghi tratti di gara, ma che non riesce a concretizzare le pur numerose occasioni create. Salah, Mané, Firmino, Diogo Jota (nel finale tutti e quattro in campo insieme), producono molto, ma sbagliano altrettanto. Militao e Nacho stringono le maglie, Asensio e Vinicius si vedono pochissimo, ma coprono bene gli spazi, Courtois tira giù la saracinesca e per gli inglesi diventa di fatto impossibile sbloccarla.

Entrambi i tecnici devono fare i conti con assenze pesanti nel reparto arretrato,  ma a soffrire fin dai primi minuti è soprattutto il Real. Gli uomini di Klopp partono col piede sull'acceleratore, Valverde (adattato a terzino destro) ha le idee un po' confuse e patisce le accelerate di Mané, a cui bastano pochi minuti per creare una ghiotta palla gol per Salah. L'egiziano si fa però ipnotizzare da Courtois in uscita. Il portiere belga è superlativo anche all'11', quando respinge a guantone aperto una conclusione dalla distanza di Milner, diretta sotto la traversa. Dopo la sfuriata iniziale dei Reds sono i Blancos ad avere la clamorosa chance di chiudere il discorso qualificazione: il contropiede di Benzema è perfetto, ma il suo tiro, deviato da Kabak, si stampa sul palo alla destra di Alisson. Dopo le sfuriate iniziali i ritmi calano, con il Real che prova a tenere i giri bassi e a gestire il più possibile. Il Liverpool si risveglia nei minuti finali, ma prima Salah, poi Wijnaldum sprecano due ottime occasioni sparando alle stelle da posizioni invitanti.

La ripresa inizia esattamente come era finito il primo tempo, con un'ottima occasione per i padroni di casa (questa volta sul piede di Firmino), contenuta con un riflesso da Courtois. Col passare dei minuti il Liverpool comincia però a perdere un po' di verve e Klopp tenta il tutto per tutto gettando nella mischia Thiago Alcantara e Diogo Jota. Gli inglesi si riversano nella metà campo avversaria, ma faticano sempre di più a trovare spazi centrali, rischiando anche in contropiede (attentissimo Alisson in uscita su Vinicius). Un'incursione di Jota si spegne sull'esterno della rete, ma i lunghi minuti d'assedio finale, nonostante gli ingressi di Shaqiri e Oxlade-Chamberlain, non producono più occasioni concrete. Il Liverpool smette di crederci e dopo 4' di recupero gli spagnoli possono festeggiare. Tra due settimane la prima sfida ai Blues.

IL TABELLINO

Liverpool-Real Madrid 0-0
Liverpool (4-3-3): Alisson 6; Alexander-Arnold 6,5, Phillips 6,5, Kabak 6 (15' st Jota), Robertson 6; Wijnaldum 6,5, Fabinho 5,5, Milner 6 (15' st Alcantara 5,5); Salah 5, Firmino 5 (37' st Shaqiri 6), Mané 6,5 (37' st Oxlade-Chamberlain 6).
Allenatore: Klopp 6
Real Madrid (4-3-3): Courtois 7; Valverde 6, Militao 6,5, Nacho 6,5, Mendy 6; Modric 6, Casemiro 6,5, Kroos 6 (27' st Odriozola 6); Asensio 5,5 (37' st Isco 6), Benzema 6,5, Vinicius 5,5 (27' Rodrygo 6).
Allenatore: Zidane 6,5
Arbitro: Kuipers
Marcatori:
Ammoniti: Casemiro (R), Robertson (L), Phillips (L)
Espulsi:

LE PAGELLE

Salah 5 - Le due occasioni che si divora nel primo tempo, soprattutto la prima dopo una manciata di minuti, spengono sul nascere le ambizioni di rimonta dei suoi. Errori non da lui, che impattano pesantemente sul suo giudizio.
Firmino 5 - Nel primo tempo si nota soprattutto per i tanti passaggi sbagliati. Nella ripresa è più nel vivo del gioco, ma pecca anche lui di precisione quando serve concretizzare. Nel complesso non certo una gran serata, un po' come tutta la sua stagione.
Wijnaldum 6,5 - Si destreggia bene a centrocampo, tanto in fase di contenimento quanto in fase propositiva. Insieme a Mané e Alexander-Arnold è il principale creatore di gioco per i Reds, anche se non basta a dare la scossa decisiva.

Casemiro 6,5 - Puntuale nelle chiusure, preciso nei passaggi. Sa sempre quando è il caso di accelerare e quando invece serve abbassare i ritmi. Con Modric e Kroos forma il terzetto ideale per una partita di gestione come quella che serviva ad Anfield.
Courtois 7 - È protagonista assoluto con tre grandi parate: su Salah e Milner nel primo tempo, su Firmino nel secondo. Interventi non impossibili, ma certamente decisivi per blindare risultato e qualificazione.
Nacho 6,5 - Insieme a Militao è bravo a chiudere tutte le vie centrali, impendendo l'affondo degli attaccanti avversari. È il punto di riferimento di un reparto difensivo un po' arrangiato, ma che regge alla grande l'urto del Liverpool.

LE STATISTICHE

•    Il Real Madrid ha raggiunto la semifinale di Champions League per la prima volta dalla stagione 2017/18.
•    Il Real Madrid ha pareggiato per 0-0 un match di Champions League per la prima volta da aprile 2016, anche in quel caso contro una squadra inglese (il Manchester City).
•    L’ultimo 0-0 del Liverpool in una competizione europea contro un’avversaria spagnola risaliva alla stagione 2005/06, contro il Real Betis in Champions League.
•    Il Real Madrid ha tentato solo sei tiri in questo incontro: record negativo per le Merengues da maggio 2011 contro il Barcellona in semifinale (quattro in quel caso).
•    Il Liverpool ha segnato un solo gol nel corso del primo tempo nelle ultime 15 partite considerando tutte le competizioni.
•    Thibaut Courtois ha disputato la sua 50ª partita in Champions League, diventando il quinto giocatore belga a tagliare questo traguardo - primo tra gli estremi difensori.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments