ANCORA RAZZISMO

Champions, Psg-Basaksehir: frase razzista del quarto uomo, squadre via dal campo. Si riprende mercoledì con nuovi arbitri

Partita sospesa dopo 10' per le accuse di razzismo di Demba Ba al quarto ufficiale. La Uefa annuncia: "Inchiesta approfondita"

  • A
  • A
  • A

Incredibile a Parigi dove la partita di Champions League tra Psg e Istanbul Basaksehir è stata sospesa dopo 16' per la protesta delle due squadre dopo una frase razzista rivolta dal quarto uomo all'attaccante dei turchi Demba Ba, seduto in panchina. I giocatori di Psg e Basaksehir hanno abbandonato il terreno di gioco per solidarietà nei confronti del collega dopo le accuse della punta verso l'assistente dell'arbitro. Sebastian Coltescu. La gara verrà ripresa mercoledì alle 18.55 dallo stesso minuto in cui è stata sospesa con nuovi arbitri.

Tutto è avvenuto intorno al 13' del primo tempo, quando il viceallenatore del Basaskesehir, Webo, è stato espulso dall'arbitro romeno Hategan per aver protestato: il tecnico accusava il quarto uomo, il romeno Coltescu, di rivolgersi ad alcuni suoi giocatori con l'epiteto di 'black guys'. A quel punto nonostante la discesa in campo di Leonardo, dg del club parigino, i giocatori - anche quelli del Psg - hanno deciso di abbandonare il campo e la partita è stata temporaneamente sospesa.

A scatenare la protesta in campo del Basaksehir è stato l'attaccante della squadra turca Demba Ba, che ha sostenuto di aver sentito le parole "negro" e "negrito" dal quarto uomo Coltescu, riferite all'assistente allenatore della squadra turca Weibo. Così l'ex del Chelsea si è fermato e ha cominciato a gesticolare, visibilmente arrabbiato, e a chiedere ai suoi compagni di lasciare il campo. Le sue proteste sono state talmente veementi che l'arbitro, che inizialmente non aveva capito di cosa si trattasse, lo ha espulso. Neymar si è avvicinato per calmare gli animi, e anche a lui Demba Ba ha chiesto di lasciare il campo. 

UEFA ANNUNCIA "INCHIESTA APPROFONDITA"
La Uefa è "a conoscenza dell'incidente avvenuto durante la partita di Champions League tra Psg e Basaksehir" e "condurrà un'indagine approfondita". Lo scrive la Uefa in un tweet in merito ai fatti avvenuti questa sera al Parco dei Principi, 

LA PARTITA RIPRENDE MERCOLEDI'" CON NUOVI ARBITRI
L'incontro tra Psg e Basakasehir - ha detto un responsabile del club di Istanbul - riprenderà domani dal minuto in cui è stato interrotto". Secondo il dirigente, "non c'erano le condizioni" per una ripresa questa sera. "I nostri giocatori - ha twittato il Basaksehir sul suo account - hanno deciso di non tornare in campo". Secondo quanto si apprende a Parigi, la partita riprenderà dal 14' del primo tempo, a partire dalle 18:55 di domani, con nuovi arbitri.

QUARTO UOMO SCORTATO NEGLI SPOGLIATOI
Scuro in volto, con la testa bassa, il quarto arbitro di PSG-Basaksehir, Sebastian Coltescu, è rientrato al Parco dei Principi dopo essersi rinchiuso nella postazione VAR. A proteggere l'uomo accusato dalla squadra turca di aver rivolto un insulto razzista al viceallenatore del Basaksehir, un cordone di uomini della sicurezza, che lo hanno scortato fino al suo spogliatoio. Il personale ha fatto in modo che l'arbitro romeno non venisse a contatto con membri della delegazione turca, in uscita dal Parco dei Principi.

CLUB TURCO: "VIA IL QUARTO UOMO"
L'Uefa aveva concesso tempo fino alle ore 22 per la ripresa della partita Psg-Basaksehir, ma il gioco e' ancora fermo e ora è tutto in stand by. Il quarto uomo accusato di frasi razziste nei confronti di un tesserato della squadra turca del Basaksehir sarebbe stato spostato nella postazione del Var ma il presidente dei turchi ne pretende l'espulsione e l'allontanamento dallo stadio. Potrebbe essere l'assistente al Var, l'italiano Maurizio Mariani, a prendere il posto del quarto uomo, il romeno, Sebastian Coltescu.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments