Champions: dagli ottavi il premio 'Man of the match'

Lo ha deciso la Uefa. La scelta spetta a ex calciatori nel ruolo di osservatori tecnici

  • A
  • A
  • A

Una novità negli ottavi di finale di Champions League. L'Uefa ha deciso infatti di introdurre il premio 'Man of the match', che verrà assegnato al migliore giocatore di ogni partita. La scelta spetterà agli osservatori tecnici del massimo organismo calcistico europeo in base ad alcuni criteri di scelta: partecipazione ai momenti decisivi; maturità tattica, creatività, ispirazione, gesti tecnici, fairplay.
 

Gli osservatori tecnici dell'Uefa sono ex calciatori con una grande esperienza alle spalle ai massimi livelli calcistici. Si tratta dell'irlandese Pat Bonner (ex portiere); del rumeno Cosmin Contra (ex terzino); dello spagnolo Aitor Karanka (ex difensore); dell'irlandese Robbie Keane (ex attaccante); dello spagnolo Gines Melendez (allenatore giovanile); dell'inglese Phil Neville (ex terzino); dell'austriaco Willi Ruttensteiner (attuale ds della Nazionale israeliana); dell'inglese Gareth Southgate (attuale ct dell'Inghilterra).

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments