Allegri: "Col Monaco come una finale"

Il tecnico bianconero ha un solo dubbio: "Devo scegliere tra Barzagli e Cuadrado".

Massimiliano Allegri (LaPresse)

La Juve parte con il vantaggio del 2-0 dell'andata, ma Massimiliano Allegri non si fida del Monaco. "Dobbiamo alzare la concentrazione perché il Monaco giocherà una partita aperta e ha giocatori di grande talento che ci possono mettere in difficoltà - ha spiegato in conferenza stampa - Dobbiamo interpretare la gara come se fosse una partita secca". Sulla formazione: "Dovrò valutare se schierare Barzagli o Cuadrado".

Quali sono le vostre raccomandazioni per i giocatori domani? Se vincete giocherete contro Real o Atletico?
"Domani giochiamo con il Monaco e dobbiamo ancora giocarci la partita. Nel calcio non si sa mai. Dobbiamo alzare la concentrazione perché il Monaco giocherà una partita aperta e ha giocatori di grande talento che ci possono mettere in difficoltà".

Cosa ha portato in più Dani Alves?
"Dani è in un buon momento, così come tutta la squadra. Ha avuto un periodo di adattamento, poi si è infortunato ma ora abbiamo trovato un giocatore importante, con grande esperienza a livello internazionale".

All'andata ha fatto la differenza la scelta di impiegare Barzagli terzino e Dani Alves alto. Si può ripetere domani?
"Domani devo ancora decidere se gioca Barzagli o gioca Cuadrado. Poi dovrò valutare la partita nei 100 minuti, perché davanti non ho cambi, purtroppo Pjaca è fuori, quindi devo cercare di immaginare come può andare la partita. Ma indipendentemente da chi gioca, domani bisogna giocare una partita tosta".

Higuain ha avuto un problema al piede. Come sta?
"Non mi sono accorto di nulla. Higuain sta bene".

A parte Cuadrado e Barzagli è tutto chiaro nella sua testa?
"A metà campo giocheranno due tra Marchisio, Khedira e Pjanic. Claudio è recuperato e può essere un cambio importante come lo è stato Pjanic con il Torino".

Considerato il risultato dell'andata, ti spari tutte le cartucce domani sera o ti tieni qualcosina per domenica?
"Siamo innanzitutto in un momento bellissimo perché mancano 30 giorni, 25, alla fine della stagione, e siamo nel pieno di poter arrivare in finale  a Cardiff. Al momento abbiamo raggiunto solo un obiettivo, quello della finale di Coppa Italia. lo Scudetto va ancora raggiunto. Siamo messi discretamente bene, ma va ancora raggiunto. E quando arrivi in questi momenti, ti viene da pensare: ora prendiamo la finale, poi prendiamo lo Scudetto e poi prendiamo.... e calma. Ora domani abbiamo la partita e cerchiamo di arrivare in finale, poi da dopo domani penseremo a domenica con la Roma, che si sta giocando il secondo posto. Noi ci stiamo giocando lo Scudetto. Sicuramente sarà una partita di grande fascino e sarà un bellissimo Juve-Roma".

La squadra fisicamente e mentalmente è nel miglior momento della stagione?
"Al momento sembra di sì, vediamo domani. Altrimenti magari domani sera vengono fuori altre problematiche. No, la squadra sta bene, bisogna affrontare la partita con serenità e con la coscienza soprattutto di essere pronti a fare una partita tosta, perché è sempre il ritorno di una semifinale di Champions e il risultato dell'andata non conta".

Quanto è stato importante il pareggio nel derby?
"E' stato fondamentale, non si può vincere sempre. Ci sono partite che devi vincere e quando ti accorgi che non le puoi vincere non le devi perdere".

Visto che non ci sarà l'assillo di vincere per forza cosa chiederà alla squadra?
"Non dovremo avere l'assillo di vincere per forza per il risultato dell'andata, ma bisognerà giocare come se fosse una partita secca. Dovremo uscire con un risultato positivo, perché ci saranno difficoltà. Ci vorrà l'approccio giusto, mettendo sotto pressione il Monaco".

ALLEGRI A PREMIUM

Massimiliano Allegri ha parlato in esclusiva ai micofoni di Premium Sport. “Dobbiamo interpretare la gara come se fosse una partita secca. Il Monaco quest’anno ha vinto sette volte in trasferta con più di due gol di scarto. Sarà una partita aperta e noi dovremo giocare per vincere Vicini all’obiettivo? Ci sentiamo vicini perché mancano 95 minuti, ma dovremo essere bravi ad arrivare fino in fondo. Siamo in un periodo bellissimo della stagione, perché mancano 25 giorni alla fine di tutto, siamo dentro a tutti gli obiettivi e al momento meglio di così non poteva andare: però adesso dovremo essere ancora più bravi. L’obiettivo è quello di riempire maggio, se saremo bravi lo riempiremo con la finale di Coppa Italia. Poi ci mancano altri due punti in campionato, dovremo pensare a una gara alla volta, perché pensare troppo in là ci toglie concentrazione su quello che è il nostro obiettivo importante che è la finale di Cardiff. Stessa formazione dell’andata con Khedira favorito su Marchisio? Può essere, dovrò valutare se schierare Barzagli o Cuadrado. Higuain con una fasciatura in allenamento? Non ho visto niente. Sta molto bene".

TAGS:
Massimiliano allegri
Champions league
Juventus
Monaco

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X