Sala, la famiglia non si dà pace

Barche e sommozzatori per cercare la verità dopo che le autorità hanno smesso di cercarlo

  • A
  • A
  • A

Dopo la sospensione ufficiali delle ricerche da parte delle autorità britanniche, la famiglia di Emiliano Sala non si dà pace e ha deciso di organizzare delle ricerche private. Come riporta il quotidiano argentino Olè, con l'aiuto dell'agente dell'attaccante, Meissa NDiaye, sono state noleggiate barche e assunti sommozzatori. Giovedì a Progreso, dove Emiliano è cresciuto, c'è stata una marcia per chiedere di continuare le operazioni di ricerca.

La famiglia Sala non si dà per vinta e crede che il ragazzo sia ancora vivo. La gente di Progreso, sua città Natale, ha organizzato giovedì una manifestazione per chiedere che le ricerche vadano avanti, toccanti e commoventi le parole della sorella Romina, che si trova già a Cardiff. "Vogliamo ringraziare tutti per il grande sostegno ricevuto, capiamo quanti sforzi siano stati fatti durante le ricerche. Vogliamo ringraziare il Cardiff e il Nantes, i tifosi e tutti coloro che stanno dedicando un pensiero a Emiliano - ha detto in lacrime la ragazza -. Io però chiedo, per favore, di non fermare le ricerche. Per me sono ancora vivi. Nel profondo del mio cuore so che Emiliano è ancora vivo, lui è un combattente. Sento che lui e il pilota sono da qualche parte e sono vivi. Vi prego, continuate le ricerche". Così, mentre le autorità si sono date per vinte, la famiglia non si arrende e continua a cercare il loro amato Emiliano.

Il pilota del piccolo aereo scomparso lunedì sui cieli della Manica con a bordo il calciatore italo-argentino Emiliano Sala non era autorizzato a trasportare passeggeri a pagamento. Lo rivela il Times. Originario di Crowle, nel nord dell'Inghilterra, il 59enne David Ibbotson aveva un certificato di pilotaggio privato, scrive il quotidiano britannico citando il registro della Federal Aviation Agency (FAA). Con questo tipo di licenza non poteva trasportare passeggeri paganti, per la quale servono più ore di volo e addestramento. "Non possiamo confermare il tipo di licenza posseduta da David Ibbotson, questi dettagli saranno esaminati nel contesto di una futura indagine sull'incidente", ha detto l'Autorità britannica per l'aviazione civile.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments