LA VERITA'

Psg, Donnarumma ammette: "La rivalità con Navas mi disturba, le panchine fanno male"

Il portiere del Psg: "Ero abituato a giocare sempre titolare, non è facile abituarsi ma tutto si risolverà"

  • A
  • A
  • A

L'avventura al Psg non sta andando come aveva programmato e a distanza di qualche mese dal trasferimento dal Milan a Parigi, per la prima volta Gigio Donnarumma ha ammesso la propria scomoda verità: "Stare in panchina mi fa male, mi disturba la rivalità con Navas". Il classe 1999 viene alternato tra i pali da Tuchel, ma per il momento ha disputato solo 7 gare su 17: "La situazione si risolverà presto, ne sono convinto".

In estate ha lasciato il Milan a parametro zero per una nuova avventura professionale, un palcoscenico da protagonista nel dream team messo insieme dal Psg e la possibilità di vincere la Champions League. Qualche mese più tardi però Donnarumma non solo al momento guadagna meno di quanto aveva proposto la società rossonera (con la possibilità di aumentare), ma soprattutto gioca decisamente meno del previsto, bloccato nell'alternanza con un altro portiere di livello come Keylor Navas.

Due presenze in Champions League con tanto di rigore parato contro il Lipsia e cinque (su 13) in Ligue 1, troppo poche per il classe 1999: "Al Milan ero abituato a giocare sempre dall'inizio e non è facile - ha commentato a TNT Sports -. La rivalità con Navas mi disturba, ma non ha effetto sulle mie prestazioni. A volte stare in panchina mi fa male, ma la situazione si risolverà".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti