INGHILTERRA

Premier League: il Tottenham di Conte batte il City al 95', sorridono Liverpool e Chelsea

Gli Spurs vincono 3-2 con doppietta di Kane e gol di Kulusevski, Reds a -6 dopo il 3-1 al Norwich. I Blues battono 1-0 nel finale il Crystal Palace

  • A
  • A
  • A

Nel ventiseiesimo turno di Premier League, il Tottenham di Conte batte 3-2 il Manchester City all'Etihad: decidono Kane (doppietta con rete al 95') e Kulusevski, inutili i gol di Gündogan e Mahrez. Ne approfitta il Liverpool, ora a -6 e con una partita in meno grazie al 3-1 sul Norwich: segnano Mané, Salah e Diaz. Sorridono anche Chelsea e Arsenal: Blues ok all'89 in casa del Crystal Palace con Ziyech, i Gunners stendono 2-1 il Brentford.

© Getty Images

MANCHESTER CITY-TOTTENHAM 2-3
Il Tottenham vince una partita che definire infinita è persino riduttivo: 3-2 in casa del City, un risultato che riapre ulteriormente la Premier League. All'Etihad, i londinesi partono forte e dopo 4 minuti sono già in vantaggio: Kane lancia Son, che se ne va sulla destra, attira su di sé Ederson per poi regalare un pallone perfetto a Kulusevski, con l'ex Juventus che a porta vuota firma l'1-0. La formazione di Guardiola prova a reagire e si affida a Cancelo, che dopo uno splendido slalom in area ci prova con il destro a giro sfiorando l'incrocio dei pali. I padroni di casa insistono e al 20' colpiscono un palo con Gündogan, che riceve da Sterling e ci prova con il destro centrando però il legno. Il meritato 1-1, allora, arriva al 33': proprio Sterling mette al centro, Lloris, ingannato dalla presenza di De Bruyne, allontana male e lascia il pallone sul sinistro dell'ex Dortmund, che non sbaglia e pareggia. Nella ripresa va in scena lo stesso copione: il City attacca, il Tottenham prova a rispondere con le ripartenze, una delle quali vede nuovamente protagonista Son disinnescato però da Ederson. Al 59', gli Spurs tornano avanti: cross del sudcoreano e zampata vincente di Kane, che firma il 2-1. Passano appena cinque minuti e Ederson salva nuovamente sull'attaccante ospite, tenendo in vita Guardiola. Dall'altra parte, però, Lloris è miracoloso sul destro a giro di Gündogan. Al 73', la partita sembra chiudersi: Kane raccoglie il cross deviato di Kulusevski, controlla e batte Ederson sul primo palo, ma la sua doppietta viene annullata per fuorigioco ad inizio azione dello svedese. Nel finale, invece, sembra arrivare la beffa per Conte: Romero tocca il pallone in area col braccio e provoca il rigore per il City, trasformato al 92' da Mahrez che batte Lloris spedendo il pallone sotto l'incrocio dei pali. Proprio quando il pareggio sembra scritto, però, ecco il gol che decide il match: Kulusevski mette in mezzo per Kane, che di testa schiaccia in porta la rete della doppietta e del definitivo 3-2 al 95'. Un successo che rilancia il Tottenham in zona Champions, mentre il City vede assottigliarsi il vantaggio sul Liverpool: i Reds sono ora a -6 e con una partita in meno rispetto a Guardiola, al terzo ko in campionato.
 

ARSENAL – BRENTFORD 2-1
L’Arsenal prosegue la sua rincorsa Champions battendo 2-1 il Brentford, ancora privo di Eriksen, in piena fase di recupero di una buona condizione per poter debuttare. I Gunners passano nella ripresa: al 48’ Smith Rowe sblocca con un bel tiro sul secondo palo su suggerimento di Lacazette, a cui era stato annullato un gol in avvio, poi Saka raddoppia al 79’. Gli ospiti si svegliano tardi e accorciano le distanze al 94’ con Norgaard, troppo vicino al triplice fischio per sognare il pari. L’Arsenal è ad appena un punto dal quarto posto dello United, che ha giocato due partite in più.

ASTON VILLA – WATFORD 0-1
Il Watford riabbraccia il successo dopo tre mesi, quando si impose contro il Manchester United, e sale in terzultima posizione di Premier League. Gli uomini di Hodgson passano 1-0 sul campo dell’Aston Villa grazie al colpo di testa di Dennis su cross di Sarr al 78’ e sorpassano il Norwich: la salvezza dista comunque quattro punti. L’Aston Villa, nove lunghezze più avanti, vive nella terra di mezzo tra Europa e retrocessione.

BRIGHTON – BURNLEY 0-3
Il Burnley torna a vincere e riaccende qualche speranza di salvezza, abbattendo il Brighton 3-0 fuori casa. Gli uomini di Dyche, soltanto al secondo successo stagionale in Premier, giocano con l’agonismo di chi sa di non poter sbagliare e, dopo la traversa di Roberts in avvio, sfondano al 21’ con il bomber Weghorst, al 40’ con Brownhill e al 69’ con Lennon. I tre punti portano il Burnley a quota 17, in penultima posizione, a cinque lunghezze dalla salvezza. Il Brighton, a 33, resta nono.

CRYSTAL PALACE – CHELSEA 0-1
Il Chelsea sfonda nel finale il muro del Crystal Palace e si conferma la terza forza del campionato inglese. Dopo un primo tempo avaro di emozioni, in cui ci provano giusto Rudiger per gli ospiti e Zaha per i padroni di casa, i Blues spingono con decisione nell’ultimo quarto d’ora. Il primo gol di Ziyech viene annullato per il fuorigioco di Lukaku a inizio azione, ma l’ex Ajax si ripete all’89’ mandando sotto le gambe di Butland il pallone dell’1-0 definitivo. Gli uomini di Tychel, a quota 50, sembrano sicuri della terza piazza, lontani dalla lotta per il titolo e con un vantaggio rassicurante sugli inseguitori.

LIVERPOOL – NORWICH 3-1
Il Liverpool trova la quinta vittoria consecutiva in campionato, rimontando il Norwich 3-1 in un match tutto deciso nella ripresa. I Reds sono più brillanti in avvio e vanno vicino al vantaggio in più circostanze, soprattutto con Van Dijk e Tsimikas, senza però trovare il colpo buono. Gli ospiti passano invece alla prima grande occasione, quando il tiro di Rashica al 48’ viene deviato da Matip in modo da spiazzare un incolpevole Alisson. Lo schiaffo sveglia del tutto gli uomini di Klopp, che rimontano in poco tempo con la meravigliosa rovesciata di Mané al 64’ e il contropiede di Salah, al 150° gol (in 233 presenze) con la maglia del Liverpool. Di Luis Diaz, all’80’, il sigillo del 3-1 finale. I Reds, a 57, sono l’unica rivale credibile del City per la Premier.

SOUTHAMPTON – EVERTON 2-0
L’Everton torna a sprofondare e vede avvicinarsi pericolosamente la zona retrocessione. I Toffees cadono 2-0 sul campo del Southampton, trafitti dalle reti di Armstrong al 52’ e dal colpo di testa di Long all’84’ in una partita in cui i padroni di casa vanno già vicini al gol nel primo tempo con Walker-Peters. Per l’Everton è la quinta sconfitta nelle ultime sei giornate: i punti di vantaggio sulla terzultima sono solo quattro. Il Southampton si conferma squadra da metà classifica, lontana da obiettivi e timori.

WEST HAM – NEWCASTLE 1-1
Il West Ham manca il controsorpasso allo United in zona Champions e complica il suo sogno europeo. Gli Hammers vengono fermati 1-1 dal Newcastle, al quinto risultato utile consecutivo e sempre più vicino alla salvezza. I padroni di casa cominciano in modo arrembante, colpiscono un palo con Bowen e sbloccano l’incontro al 32’ con il colpo di testa di Dawson sulla punizione di Cresswell. Il vantaggio rassicura troppo gli uomini di Moyes, che calano d’intensità e vengono raggiunti dal gol di Willock in chiusura di primo tempo. La ripresa porta poche emozioni e nessun gol: l’1-1 tiene il West Ham fuori dalle prime quattro posizioni e conferma il Newcastle in quartultima, il limite minimo per restare in Premier.

RISULTATI E CLASSIFICHE

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti