Premier League, rimontona United: Palace ko nel recupero

Eagles avanti 2-0 ma i Red Devils la ribaltano. Decide Matic al 91'

  • A
  • A
  • A

Vittoria in rimonta per il Manchester United che si impone 3-2 sul campo del Crystal Palace nel posticipo della 29ª giornata di Premier League. Eagles avanti 2-0 con Townsend (10') e van Aanholt (48'), i Red Devils pareggiano con le reti di Smalling (55') e Lukaku (76'). Nel recupero (91') una botta dalla distanza di Matic regala i tre punti e il secondo posto in classifica agli uomini di Mourinho. Palace terzultimo.

Il Manchester United vuole tornare a scavalcare il Liverpool prima di arrivare allo scontro diretto di sabato a Old Trafford. Per riuscire nell'intento i Red Devils devono tornare alla vittoria esterna sbancando Selhurst Park, la tana del Crystal Palace. Mourinho conferma McTominay a centrocampo e si affida al tridente composto da Sanchez, Lingard e Lukaku. Hodgson risponde con il classico 4-4-2, ma Zaha non ha recuperato ancora dall'infortunio al ginocchio e la coppia d'attacco è composta da Sorloth e Benteke. Il Palace non vince in campionato dal 13 gennaio e ha ottenuto solo due punti nelle ultime cinque gare: i londinesi hanno bisogno di un risultato utile per scappare dal terzultimo posto in classifica.

La gara entra subito nel vivo e dopo 5' entrambe le squadre hanno già avuto un occasione. Iniziano le Eagles con Tomkins che non trova la porta con una bella girata sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Sul capovolgimento di fronte la difesa locale sbanda e Sanchez ha a disposizione una buona palla, ma Hennessey chiude lo specchio. Al 10' il Crystal Palace sblocca il risultato. Benteke punta la difesa e scarica su Townsend che libera il sinistro dal limite dell'area: la sfera è diretta verso il secondo palo ma una deviazione di Lindelof modifica la traiettoria rendendola imparabile per De Gea. Incassato lo svantaggio lo United inizia a guadagnare metri, ma non riesce a trovare varchi. Il brivido più grande per il Palace arriva su un cross di Valencia che Hennessey non riesce ad addomesticare, però non c'è nessun diavolo rosso pronto ad approfittarne. Il primo tempo va in archivio con le conclusioni velleitarie di Townsend e di Lingard che non impensieriscono i due portieri. In avvio ripresa Mourinho mette subito Rashford per McTominay e passa al 4-2-3-1, ma nemmeno il tempo di assistere alla prima sfuriata del numero 19 che il Crystal Palace raddoppia.

Al 47' lo United si addormenta dopo aver commesso fallo sulla trequarti, Schlupp batte velocemente la punizione e lancia sulla corsa van Aanholt che si presenta solo in area dove ha tutto il tempo per mirare e battere De Gea. Nel momento di maggiore difficoltà il Manchester si ritrova. Al 54' Smalling accorcia le distanze con un colpo di testa su cross perfetto di Valencia. Il gol mette paura al Palace che si rintana nella propria metà campo: non la mossa migliore perchè lo United diventa a trazione anteriore con l'ingresso di Mata e inizia l'assedio. Al 73' Benteke salva sulla linea una conclusione a botta sicura di Matic, ma nessuno può fare nulla al 75' quando Lukaku mette in rete dopo aver raccolto e controllato in area la sfera che Sanchez aveva spedito sulla traversa. Nel finale due match point: il Crystal Palace fallisce il suo al 76' quando De Gea compie un vero e proprio miracolo su un colpo di testa di Benteke. Il Manchester United invece non sbaglia e Matic al 91' pesca il jolly dalla grande distanza che piega le mani di Hennessey e regala ai Red Devils i tre punti più sudati del campionato.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments