Lloris, depressione post Mondiale: "Ero completamente vuoto"

Il portiere della Francia: "Dovevo staccare"

  • A
  • A
  • A

Vincere il Mondiale è una gioia immensa, ma poi tutto svanisce e si può fenire in un tunnel. Così Hugo Lloris, che ha alzato al cielo la Coppa da capitano a Mosca, ha raccontato al Telegraph la sua esperienza: "Dopo la Coppa del Mondo, i due o tre giorni successivi, c'è parecchio da fare. Ci sono i festeggiamenti, ci sono le visite ufficiali. Ci sono obblighi nei confronti di tutti: il Paese, la Federazione, i tifosi. E poi ti senti totalmente vuoto. Mentalmente e psicologicamente".

Una sorta di depressione post vittoria: "Mi ricordo che ho avuto bisogno di stare per un giorno intero a letto, per staccare un po'. Mi sentivo completamente vuoto. E sapevo che non mi sarei neanche potuto godere le vacanze perché c'era già la nuova stagione in arrivo". Ora però tutto è passato e il francese continua a fare grandi parate per il Tottenham: "Sono il tipo che impara molto dall'esperienza, positiva o negativa che sia. Ed è così che voglio prendere questa storia. Si può imparare qualcosa a ogni età e in ogni momento della propria vita. Magari è un qualcosa che mi aiuterà in futuro".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments