Ligue 1, Marsiglia-Bordeaux 1-0: Rudi Garcia si salva nel deserto del Velodrome

Il gol di Kamara al 42' rende meno traballante la panchina del suo tecnico. Assente Mario Balotelli

  • A
  • A
  • A

In un Velodrome completamente vuoto, senza Mario Balotelli e con Rudi Garcia sugli spalti, l'Olympique Marsiglia rialza la testa e batte il Bordeaux per 1-0. Decisivo il gol di testa segnato al 42' da Boubacar Kamara, che in questo modo aiuta il suo tecnico a conservare la panchina. Per l'OM anche un palo colpito da Sanson, pareggiato nella ripresa dalla traversa di Kamano per il Bordeaux, con gli ospiti in 10 dal 25' per il rosso diretto a Kalu.

Al Velodrome si recupera il match della diciottesima giornata, e l'atmosfera è spettrale. La partita si gioca infatti a porte chiuse e tra due formazioni in crisi profonda. Soprattutto il Marsiglia, che ha perso le ultime quattro partite su sette in campionato e ha un allenatore sulla graticola e a rischio esonero: Rudi Garcia. Che ha un lungo elenco di indisponibili (Luiz Gustavo, Thauvin, Strootman, Payet e Rami) e nemmeno può schierare Mario Balotelli, che alla diciottesima giornata era un giocatore del Nizza.

La tensione è dunque altissima e nell'eco dello stadio si percepisce distintamente. Ma il Marsiglia mette subito in chiaro di voler vincere a ogni costo. Al 6' arriva il primo tiro della partita, quando Ocampos ruba un pallone sulla trequarti e lo calcia nella curva vuota. Ancora lui ci riprova 30 secondi dopo, ma la sua conclusione si infrange sul portiere Costil. Al 25' il Bordeaux resta anche in dieci per il rosso diretto estratto ai danni di Kalu: durissimo e molto pericoloso il suo intervento con le gambe a tenaglia su Ocampos. Quindi è il portiere ospite Costil a diventare eroe, parando da campione su Sakai, Germain, Caleta-Car. L'incantesimo termina al 42', quando su corner Germain spizza di testa a centro area e Kamara solissimo incorna la palla in rete. Prima dell'intervallo c'è un'altra occasionissima per l'OM, ma il gran destro di Sanson si infrange contro il palo.

La ripresa si apre subito con due occasioni per Ocampos, murato in entrambe dai difensori avversari. Il Bordeaux si fa rivedere al 56', quando improvvisamente arriva il tiro di Kamano, deviato da Sakai e che si infrange sulla traversa. Il Marsiglia trema, ma regge. Anzi, potrebbe anche raddoppiare a tempo scaduto quando Bouna Sarr mette in rete il pallone del 2-0, che però il Var annulla per fuorigioco.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments