Ligue 1: il Psg rialza la testa, 3-0 sul campo dell'Amiens

Dopo il flop in Coppa, la capolista della Ligue 1 conquista la sedicesima vittoria in campionato: in gol Cavani, Mbappé e Marquinhos. OK Nizza e St.Etienne

  • A
  • A
  • A

Il Psg rialza la testa dopo il clamoroso flop in Coppa. In Ligue 1, sul campo dell'Amiens, la capolista si impone con un 3-0 senza storia in una partita condotta all'attacco dal primo all'ultimo minuto. I bianconeri reggono nel primo tempo, ma nella ripresa cedono sotto i colpi delle stelle parigine: al 57' sblocca Edinson Cavani su rigore, poi arrivano le reti di Kylian Mbappé (70') e Marquinhos (79') a rendere più rotondo il risultato.

Troppo poco Amiens per spaventare un Psg sempre più lanciato in vetta alla Ligue 1, con 16 vittorie e 2 partite in campionato e un rotondo +13 sul Lilla primo inseguitore (e con due partite in più già giocate). Allo Stade de la Licorne termina 3-0 per gli ospiti, con i bianconeri che nel primo tempo riescono faticosamente a reggere il colpo, crollando dopo il vantaggio siglato dal Matador Cavani su rigore. Il primo squillo della partita è però dei padroni di casa, con Lefort che al 4' va al tiro sottomisura senza creare grossi grattacapi a Areola. Poi in campo si vede quasi solo il PSG: all'8', dopo un corner di Di Maria, un interessante schema manda al tiro Draxler, con Gurtner decisivo con i piedi. Pochi istanti dopo Cavani trova il destro al volo su bel lancio in profondità, ma non riesce a coordinarsi alla perfezione e il pallone termina sul fondo. 16' Mbappé riceve una palla perfetta e la arpiona, ma l'esterno destro è molle. Solo al 28' l'Amiens si riaffaccia dalle parti di Areola, con un colpo di testa in mischia senza troppe pretese di Adenon. A pochi minuti dall'intervallo è Marquinhos a incornare un buon pallone sopra la traversa, poi i padroni di casa ci provano su contropiede: Areola mura su Gnahoré.

Dopo le occasioni, nella ripresa arrivano i gol: al 55' su sinistro di Di Maria c'è il tocco di mano di Blin. Il Var conferma il rigore, che al 57' Cavani trasforma con il sinistro. L'Amiens non riesce a reagire, anzi al 70' pasticcia a centrocampo e parte il contropiede del Psg: in situazione di due contro uno Cavani galoppa verso la porta e poi serve Mbappé che solissimo deve solo depositare in rete. I ragazzi di Christophe Pelissier spariscono dal campo e c'è anche il tempo per il 3-0 di Marquinhos, giunto al 79' dopo una fantastica serpentina di Draxler che lascia sul posto ben tre difensori avversari prima di trovare al centro la deviazione vincente di sinistro dell'ex difensore della Roma.

Dopo un'astinenza di 4 partite il Nizza torna alla vittoria e festeggia all'Allianz Riviera un sudato 1-0 contro il Bordeaux, ottenuto ovviamente senza che Mario Balotelli sia in campo né in panchina. Gli ospiti partono subito forte, con Karamoh che però spreca un'occasione d'oro dopo appena 30 secondi di gioco. Lo stesso ex interista ci riprova senza fortuna al 4', ma a portarsi in vantaggio è il Nizza. Al 16', infatti, Jovanovic stende Sacko in area e il Var conferma il rigore: dal dischetto Saint-Maximin realizza con un bel destro a incrociare. I Girondini provano a pareggiare con una punizione di Basic, ma è ben più pericoloso il Nizza, con il colpo di testa di Herelle a lato di pochissimo. Nella ripresa, quindi, i rossoneri resistono e concedono la prima occasione al Bordeaux solo alla mezz'ora, con il timido colpo di testa di Briand. Nel finale Sacko calcia alle stelle il pallone del 2-0 dopo un bel contropiede e, a tempo scaduto, è l'ex atalantino Cornelius a non sfruttare l'occasione di pareggiare. Il Saint-Etienne va invece a vincere a Guingamp per 1-0 ed è sempre più in zona Europa. Grande protagonista, soprattutto nella ripresa, è però il suo portiere Ruffier. I Verts passano al 6' grazie a Khazri, ma sulla sua botta da fuori area è evidente la complicità del portiere Caillard. Prova a reagire il Guingamp, ma Larsson getta alle ortiche una grande occasione e poi Ruffier è bravo sulla punizione di Rebocho. Nella ripresa lo stesso Ruffier nega il pareggio a Roux, Rodelin centra un clamoroso palo e a tempo scaduto Mendy costringe al miracolo il solito, strepitoso Ruffier. Nimes-Angers, prevista per questo sabato sera, è stata rinviata in conseguenza delle manifestazioni legate al movimento dei gilet gialli: la decisione è stata presa dopo la richiesta inoltrata dalla Prefettura di Gard.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments