Liga: Valencia in Champions. Getafe, Siviglia ed Espanyol in Europa League

La squadra di Marcelino agguanta l'Europa che conta vincendo 2-0 a Valladolid

Liga: Valencia in Champions. Getafe, Siviglia ed Espanyol in Europa League

L'Atletico Madrid termina la stagione con un pari in rimonta sul campo del Levante: al doppio vantaggio firmato Cabaco (6’) e Roger (36’) rispondono nella ripresa Juanfran (68’) e l’esordiente Camello (79’). Il Valencia entra in Champions League grazie al 2-0 a Valladolid. Il Getafe pareggia 2-2 contro il Villarreal e accede direttamente all’Europa League, come il Siviglia (2-0 sull'Athletic Bilbao). Espanyol ai preliminari. Girona retrocesso.

LEVANTE-ATLETICO MADRID 2-2
Giornata di grandi addii e di commozione al Ciutat de Valencia, al termine di un match che non aveva molto da chiedere a entrambe le formazioni, ma che è stato caratterizzato da un enorme carico emotivo. Un incontro tra fazzoletti e lacrime per dare l’addio sportivo a diversi calciatori. È stata infatti l’ultima partita di Godin, Juanfran e Griezmann, il quale voleva salutare Madrid con un gol, ma non ce l’ha fatta. Il francese chiude comunque le sue cinque stagioni all’Atletico come quinto miglior marcatore nella storia della squadra (133 gol). Con due formazioni abbastanza rimaneggiate, Levante e Atletico Madrid terminano la Liga con un punto a testa. Gli ospiti riescono a rimontare il doppio vantaggio del Levante, nonostante l’inferiorità numerica. Un bel colpo di tacco di Cabaco sblocca il risultato al 6’ sulla sponda aerea di Vezo; Roger raddoppia al 36’ sfruttando un regalo di Thomas, che sbaglia il disimpegno, e bucando per la seconda volta Adan con un colpo sotto. Al momentaneo 2-0, con il quale si chiude il primo tempo, contribuisce anche Ruiz Ojeda, autore di almeno tre grandi parate su Griezmann, Filipe Luis e Godin. Gli uomini di Simeone rimangono in dieci uomini a inizio ripresa quando il Var interviene per decretare l’espulsione diretta per Correa, che rifila un calcione a Chema a gioco praticamente fermo. I padroni di casa sfiorano il 3-0 con un tiro dalla distanza di Campana ben neutralizzato da Adam (che oggi prende il posto di Oblak). Così l’Atletico reagisce e pareggia i conti nel finale di gara. Prima il grandissimo sinistro di Juanfran, che termina proprio sotto l’incrocio dei pali, dimezza le distanze al 68’, poi è il debuttante Sergio Camello (classe 2001) a siglare al 79’ il definitivo 2-2, insaccando in rete un primo tentativo da parte di Koke che era stato rimpallato dalla difesa levantina. Grande gioia per il canterano, che va a segno nella sua prima apparizione assoluta nella Liga. L’ultima occasione del match è sui piedi di Roger, che non trova la doppietta ma solo la traversa. L’Atletico Madrid conclude il campionato con 76 punti in classifica e ora dovrà pensare, (se non proprio a una rifondazione) a un importante rinnovamento della rosa.

VALLADOLID-VALENCIA 0-2
Il Valencia riesce a conquistare la quarta posizione in classifica che garantisce l’accesso diretto alla prossima edizione della Champions League. Gli uomini di Marcelino si assicurano l’Europa che più conta grazie alla vittoria sul campo del Valladolid, già salvo. Gli ospiti rifilano un gol per tempo: Soler porta in vantaggio il Valencia al 36’ con il piatto destro dopo una bella giocata di gambe di Mina; poi al 52’ Rodrigo non deve fare altro che depositare in rete l’assist di Parejo e chiude definitivamente i conti. In entrambe le circostanze la difesa del Valladolid ha perso malamente il pallone, provocando così le azioni offensive vincenti.

GETAFE-VILLARREAL 2-2
Il Getafe quindi non riesce nell’impresa di qualificarsi per la prima volta nella sua storia alla Champions League, ma può comunque sentirsi soddisfatto di essere tornato in Europa League, 8 anni dopo l’ultima volta. Portillo fa sognare i propri tifosi al 13’ con un bel sinistro incrociato e angolato che batte il portiere avversario ma, allo scadere del primo tempo, Iborra pareggia i conti staccando più in alto di tutti sul calcio d’angolo battuto da Raba. Al 76’ Maksimovic di testa regala il nuovo vantaggio ai padroni di casa su cross dalla destra di Angel, ma Moreno fissa il risultato sul 2-2, complice anche una mezza incertezza del portiere Soria.

SIVIGLIA-ATHLETIC BILBAO 2-0
Sarà Europa League anche per il Siviglia. La formazione allenata da Caparrós supera l’Athletic Bilbao per 2-0. Il gol che sblocca il risultato viene messo a segno al 44’ da Ben Yedder, il cui iniziale colpo di testa era stato provvidenzialmente respinto dal portiere Herrerin, che però subito dopo si è dovuto arrendere al tap-in vincente dello stesso attaccante franco-tunisino. Il definitivo 2-0 arriva in pieno recupero a firma El Haddadi, a seguito di un batti e ribatti. Il Siviglia arriva sesto in campionato

ESPANYOL-REAL SOCIEDAD 2-0
La sconfitta dell’Athletic Bilbao a Siviglia favorisce l’Espanyol che, grazie al 2-0 sulla Real Sociedad, raggiunge l’ultimo posto utile per potere entrare in Europa, anche se attraverso i preliminari. Decidono nel secondo tempo un bel sinistro di Rosales dal limite (58’) e un destro ravvicinato di Wu Lei (65’). La squadra di Cesc Rubí beffa il Bilbao all’ultima giornata per potersi giocare l’accesso in Europa League. In questo caso sono stati decisivi gli scontri diretti, a parità di punti.

ALAVES-GIRONA 2-1
Doveva per forza vincere il Girona per sperare di rimanere in Liga. E invece quel sogno chiamato Primera Division dura solo due anni. Al Mendizorrotza arriva un 2-1 che decreta la retrocessione: l'Alaves va sul doppio vantaggio con un gol in controbalzo di Wakaso (40') e un contropiede finalizzato da Calleri (83'). Il gol di Portu a quattro minuti dal termine serve solo a dare inutili speranze agli uomini di Sacristan.

CELTA VIGO-RAYO VALLECANO 2-2
Il Celta Vigo chiude il campionato con un 2-2 interno e trova il punto che mancava per salvarsi. Al Balaidos i galiziani vanno sotto di due reti contro il Rayo Vallecano, già retrocesso. Apre le marcature il rigore realizzato da Embarba al 29', raddoppia un tiro da fuori di Medran al 71'. Negli ultimi dieci minuti si scatena Iago Aspas, che prima accorcia le distanze dagli undici metri (82'), poi pareggia con una bella girata al volo (92').

HUESCA-LEGANES 2-1
L'Huesca, fanalino di coda, chiude con orgoglio battendo 2-1 il Leganes. Fa tutto Martin Mantovani: il difensore argentino prima segna un autogol, poi realizza una doppietta di testa, ribaltando così il match.

TAGS:
Calcio
Spagna
Liga
Ultima giornata
Champions
Valencia
Getafe
Siviglia

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X