LE IPOTESI

La Premier studia la ripresa: tutte le gare a Wembley da giugno

La Federcalcio metterebbe a disposizione delle squadre anche il centro nazionale di St George's Park

  • A
  • A
  • A

In Inghilterra la pandemia da coronavirus non ha ancora raggiunto il picco, ma i 20 club di Premier League vogliono finire la stagione e stanno studiando il miglior modo per farlo. Come riporta il Sun, questa settimana sarà decisiva per fissare la ripresa, con ogni probabilità a giugno. Scontato che si giochi a porte chiuse, per limitare i rischi di contagi, secondo il Mirror la Football Association avrebbe messo a disposizione lo stadio Wembley, dove verrebbero giocate 4 partite al giorno. La Reuters rivela, inoltre, che anche il National Football Center di St George's Park - con le sue 228 camere d'albergo e 13 campi da calcio - sarà messo a disposizione dei club, che possono usarlo come base di allenamento in quarantena al fine di mantenere il più possibile uniti giocatori e personale.

Appurato che non ci saranno rischi per la salute, la parola d'orine è "Finire la stagione": i match da giocatore sono ancora 92. Non solo per il pressing della Fifa, ma anche per i tanti soldi in ballo, soprattutto dai diritti televisivi: se il campionato non verrà concluso, i club dovranno restituire 371 milioni di sterline a Sky Sports e  50 milioni a BT Sport. Un colpo durissimo anche per il ricco calcio inglese, messo in ginocchio come tutti gli altri dal coronavirus.

Alcuni top club avrebbero già avvisato i calciatori che la ripresa degli allenamenti è fissata per l'11 maggio. Quindi tre settimane di prepazione e poi il lungo rush finale che incoronerà (coronavirus permettendo) il Liverpool campione dopo 30 anni di attesa.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments