La Premier dice no al razzismo: sciopero dei giocatori sui social

Nessun post per 24 ore per dire basta #enough

  • A
  • A
  • A

Giocatori di Premier League schierati contro il razzismo. Per provare a combattere il dilagante fenomeno di discriminazione verso atleti di colore, l'associazione dei calciatori professionisti (Professional Footballer's Association) attraverso l'hashtag 'Enough' ('Basta'), ha preso una particolare iniziativa che vedrà i giocatori non postare niente sui social per 24 ore.

Uno sciopero in nome del silenzio che ha come obiettivo quello di far diminuire gli attacchi razzisti sulle principali piattaforme social, Facebook, Instagram e Twitter. "Stiamo prendendo posizione contro gli abusi razzisti. Riconosciamo che le nostre piattaforme hanno responsabilità, e stiamo usando la nostra voce per contrastare gli abusi razzisti. Insieme chiediamo alle piattaforme di social media e agli enti calcistici di fare di più", è quanto si legge nel post che sta diventando virale non solo tra i calciatori della Premier League.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments