PREMIER LEAGUE

De Zerbi sfida Conte: "Mai battuto, finora... Il Tottenham è da titolo"

L'allenatore del Brighton, alla sua seconda partita alla guida del club inglese, ha parlato alla vigilia di una sfida tutta italiana in panchina

  • A
  • A
  • A

Roberto De Zerbi, dopo il buon debutto a Liverpool, affronta Antonio Conte alla guida del Tottenham. L'allenatore del Brighton, nella conferenza stampa della vigilia, ha dichiarato: "Sono entusiasta per la mia prima partita davanti ai nostri tifosi. Spero in una buona gara e conosco l'importanza del nostro pubblico. Nella mia testa i tifosi sono il 12mo giocatore, non solo a Brighton ma in ogni luogo dove alleno. Le mie squadre giocano sempre con coraggio e voglio che 'facciano il gioco' domani con forte personalità e la giusta mentalità".

Sul Tottenham di Conte ha aggiunto: "Quando Antonio lavorava all'Inter era una grande squadra e vinse la Serie A. L'ho incontrato quattro volte ma non ho mai vinto contro di lui, finora... È un grande allenatore e mette sempre insieme squadre fantastiche. Sono nelle condizioni giuste per vincere la Premier League. Non è facile con squadre come Manchester City, Liverpool e Chelsea, ma hanno messo in squadra ottimi giocatori e dopo un anno di lavoro con Conte possono vincere il campionato. Non solo hanno una buona squadra, ma una buona rosa di 20-22 giocatori", ha dichiarato. "Non credo che abbiamo lo stesso stile, ma forse abbiamo la stessa visione del calcio e la stessa passione. Per noi il calcio è al primo posto nella nostra vita".

Sulle prime impressioni sul calcio inglese ha detto: “Ci sono tante cose da fare, da conoscere. Devo scontrarmi per esempio col giorno di riposo, cosa che in Italia non c’è e che non voglio togliere per non cambiare le abitudini dei miei giocatori. E poi mi scontro col fatto che non voglio cambiare troppo e allo stesso tempo voglio mettere la mia mano sulla squadra, perché se la dirigenza ha scelto me vuol dire che vuole vedere la squadra giocare con le mie idee. Questo per me è vivere in apnea, quando ti scontri con la voglia di non cambiare troppo e quella di dare comunque la tua impronta. Penso che questa squadra giocasse con coraggio già prima di me: io voglio che le mie squadre giochino per fare la partita, con personalità e la giusta mentalità per trovare il modo per vincere”. 

Antonio Conte non ha invece tenuto la consueta conferenza stampa della vigilia della partita in segno di lutto per la scomparsa del preparatore atletico del Tottenham, e suo amico personale, Gian Piero Ventrone. Anche De Zerbi ha voluto ricordarlo alla vigilia della partita con gli Spurs: “È una brutta notizia, non solo per la loro squadra ma per chiunque nel calcio. Siamo molto tristi, molti nel mio staff lo conoscevano”.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti