Conte convoca Osvaldo, che attacca la Confederazione sudamericana: "Tutti grassoni e mafiosi"

L'attaccante si sfoga dopo l'esclusione del Boca dalla Coppa Libertadores e rischia di rendere inutile la chiamata del ct

  • A
  • A
  • A

La Conmebol, la confederazione del calcio sudamericano, valuterà quanto scritto su Twitter - e  poi cancellato -  da Daniel Osvaldo in merito alla esclusione del Boca Juniors dalla Coppa Libertadores dopo la sospensione della partita durante il "Superclasico" alla Bombonera contro il River Plate. Nel commentare le decisioni prese dalla confederazione sudamericana, Osvaldo aveva definito "mafiosi" e "grassoni da scrivania" i dirigenti della stessa. La partita, lo ricordiamo, era stata sospesa prima dell'inizio del secondo tempo dopo che nel tunnel che porta dagli spogliatoi al terreno di gioco alcuni giocatori del River erano stati colpiti con spray urticante al peperoncino lanciato dai tifosi del Boca. Quattro calciatori erano poi finiti in ospedale. "La nostra commissione etica valuterà quanto detto da Osvaldo", ha precisato Adrian Leiza, uno dei membri del tribunale disciplinare della confederazione sudamericana. L'ex giocatore di Roma, Juve e Inter rischia una pesante sanzione.

Il tutto mentre Antonio Conte aveva deciso di chiamarlo per le due partite che l'Italia disputerà a giugno contro la Croazia (qualificazioni Euro 2016) e il Portogallo (amichevole). Il ct azzurro aveva già inviato al Boca la richiesta di convocazione, ma adesso il rischio è che Osvaldo debba stare a guardare per un bel po'.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments