Chelsea, Conte: "L'Italia mi manca"

Il tecnico svela: "Tornare? Con i nuovi proprietari dall'estero..."

Chelsea, Conte: "L'Italia mi manca"

"L'Italia mi manca. Tornare ad allenare? Adesso sono arrivati i nuovi proprietari dall'estero quindi...". Parole pronunciate, il 22 gennaio scorso, da Antonio Conte che sembrano un chiaro riferimento all'Inter. Il tecnico del Chelsea è stato raggiunto da Pio e Amedeo per Emigratis e tra una battuta e l'altra si è lasciato andare in questa confessione: "Il mio cuore è in Italia". Ora, tre mesi dopo, l'ex ct della Nazionale sembra più convinto di rimanere in Inghilterra, ma l'ipotesi nerazzurra può prendere ancora quota.

I due comici hanno subito posta l'attenzione sul mega stipendio che Conte percepisce a Londra, ossia 6,5 milioni di sterline all'anno. Cifre spropositate per l'Italia e qui l'ex Juve ha spiazzato tutti parlando dei proprietari stranieri che sono sbarcati in Italia. Il closing del Milan era ancora in altomare e quindi il riferimento è per l'Inter. Proprio dopo Natale il gruppo Suning lo aveva contattato per offrirgli la panchina nerazzurra, questo non è più un segreto e anche Conte l'ha confermato indirettamente.

Lo scenario attuale però vede il tecnico ancora sulla panchina del Chelsea per un altro anno, adesso che anche la Premier League è veramente vicina. I nerazzurri hanno incassato il primo "No", ma non è detto che non possano tentare un nuovo assalto. Molto dipenderà anche da Luciano Spalletti che dovrà decidere se restare o no alla Roma. Il tecnico toscano avrebbe già trovato un accordo con Ausilio, ma prima dovrà parlare con la dirigenza giallorossa.

IL VIDEO DI EMIGRATIS 2

TAGS:
Conte
Italia
Chelsea
Inter

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X