Arsenal: Cazorla, calvario infinito

Lo spagnolo dell'Arsenal senza pace: nuovo intervento al tendine d'Achille della gamba destra

  • A
  • A
  • A

E' un calvario senza fine quello che sta vivendo Santi Cazorla. Dopo oltre un anno di inattività per la rottura del tendine d'Achille della gamba destra il 33enne spagnolo, il cui rientro era fissato per gennaio, dovrà sottoporsi a una nuova operazione, la nona della sua sfortunata carriera. E' stato lo stesso calciatore dell'Arsenal ad annunciarlo su Twitter. A questo punto la sua carriera è davvero a rischio.

E' stato lo stesso giocatore su Twitter ad annunciare la nuova operazione al tendine d'Achille. "A causa di un nuovo fastidio al tendine che avevo trascinato negli ultimi giorni, devo di nuovo attraversare la sala operatoria - ha spiegato -. È tempo di rimandare la data del ritorno, mantengo l'entusiasmo e la motivazione per tornare a godere della mia grande passione, il calcio".

A quasi 33 anni, fuori dai campi da più di uno (l'ultimo match il 19 ottobre 2016 in Champions League contro il Ludogorets), con otto operazioni alle spalle (un trapianto di pelle prelevata dal braccio, un tendine accorciato di 8 centimetri e un piede che ha rischiato la cancrena), la carriera del tuttofare spagnolo è appesa a un filo e questa operazione sembra essere davvero l'ultima speranza per tornare a grandi livelli. I primi problemi fisici risalgono al 2013 (problemi a una caviglia con la Spagna), ma il calvario vero e proprio è iniziato a fine settembre del 2015 con un infortunio al ginocchio che lo ha tenuto fuori 3 mesi. Da lì una serie di incredibile di problemi, con la paura di non poter più nemmeno camminare e di perdere la gamba.

Da qualche tempo Cazorla si era trasferito a Salamanca per la riabilitazione, lasciando la famiglia a Londra. Ora l'ennesima mazzata. Speriamo l'ultima. In bocca al lupo.







Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments