GERMANIA

Bundesliga: Bochum ancora fatale per il Dortmund, è 1-1. Doppietta per Gosens

Al Vonovia RuhrStadion esce lo stesso risultato di pochi mesi fa, che fu decisivo per far sfumare il titolo. L'Union travolge il Darmstadt, l'ex Inter sugli scudi

  • A
  • A
  • A
Bundesliga: Bochum ancora fatale per il Dortmund, è 1-1. Doppietta per Gosens - foto 1
© Getty Images

Il Vonovia RuhrStadion si conferma stregato nel 2023 per il Borussia Dortmund che, dopo l'1-1 che diede il via alla rimonta del Bayern Monaco nella scorsa Bundesliga, pareggia con lo stesso risultato contro il Bochum: Malen risponde alla rete di Stöger, evitando il ko. Union Berlino travolgente: 4-1 al Darmstadt in dieci, doppietta per Gosens. I berlinesi guidano a punteggio pieno con Wolfsburg, Bayer Leverkusen e Friburgo, Insegue il Bvb a -2. 

BOCHUM-BORUSSIA DORTMUND 1-1
Il Bochum si conferma stregato per il Borussia Dortmund, che pareggia 1-1 (in rimonta) al Vonovia RuhrStadion com'era successo pochi mesi fa. Partono subito forte i gialloneri, con Brandt a colpire l'esterno della rete e la parata di Riemann su Haller. I padroni di casa rispondono con Hofmann e al 12' passano: il fortissimo sinistro di Stöger non lascia scampo a Kobel e vale il vantaggio del Bochum. Asano sfiora il raddoppio dopo venti minuti, mentre Hofmann spreca una buona chance. La reazione del Borussia Dortmund si ferma all'occasione per Passlack, ma nella ripresa domina il Bvb, che trova il pari al 55' con il sontuoso Malen: siluro dal limite, calciando da fermo, e due su su due in stagione. Haller colpisce palo e anche Nmecha ha una chance per ribaltare il risultato, ma al 67' il Dortmund trema ancora: il tiro di Stöger, deviato da Emre Can, assume una strana parabola e Kobel ha un grande riflesso per deviare in corner. Nel finale il Bochum alza la cresta e colpisce un palo con Osterhage, ma la maggior occasione è del Bvb, col tiro di Bynoe-Gittens e la parata di Riemann al 94'. Finisce 1-1 il Mini-Revier Derby, col Borussia Dortmund che spreca una succulenta chance per restare a punteggio pieno. 

DARMSTADT-UNION BERLINO 1-4
Chi invece fa due su due è l'Union Berlino, che travolge il Darmstadt e vince 4-1 nonostante l'inferiorità numerica, con un ex Serie A sugli scudi. L'avvio del match porta infatti la firma indelebile di Robin Gosens, che debutta da titolare col suo nuovo club e firma una doppietta in 34'. L'ex Inter si inserisce in modo vincente al 4', incuneandosi tra i difensori e trovando la rete con un rasoterra dal limite, mentre dopo la mezz'ora fa il bis con un colpo di testa da calcio piazzato. Nel mezzo, due azioni significative, che non scuotono però l'Union: Aaronson viene espulso al 21' per doppia ammonizione e Mehlem pareggia al 24'. Gosens rimette però il risultato in carreggiata per i suoi, e al 39' Behrens chiude il match con un altro colpo di testa per il 3-1. La gara è un assolo dell'Union Berlino da qui in poi, coi biancorossi che calano anche il poker al 65' con Doekhi. A questo punto ai berlinesi non resta altro che controllare e portare a casa un perentorio 4-1, che vale la vetta della Bundesliga con sei punti. 

COLONIA-WOLFSBURG 1-2
Rimonta vincente e vetta della Bundesliga condivisa per il Wolfsburg, che sconfigge 2-1 il Colonia nel suo segno del bomber Jonas Wind, alla seconda doppietta in due gare. Dopo un primo tempo sostanzialmente privo di emozioni, la gara si incendia e si infiamma nella ripresa. Al 55' Luca Waldschmidt fa male al club proprietario del suo cartellino, firmando il vantaggio del Colonia con un tiro dalla distanza. Il Wolfsburg non subisce il colpo e Jonas Wind fa il resto: l'ex Copenhagen pareggia al 63' e ribalta il risultato al 72'. Due doppiette in due gare per l'attaccante danese, attuale capocannoniere della Bundesliga e assoluto trascinatore dei Lupi. Grazie a lui il Wolfsburg vince 2-1 e si porta in vetta alla Bundesliga.

FRIBURGO-WERDER BREMA 1-0
Resiste fino al recupero il fortino del Werder Brema, sconfitto 1-0 dal Friburgo e ancora a secco in questa Bundesliga. Regna l'equilibrio nel primo tempo tra le due squadre, coi padroni di casa a fornire l'impressione migliore. Grifo è il più ispirato dei suoi e costruisce una grande chance da gol, senza però riuscire a superare l'attento Pavlenka. Si va così al riposo sullo 0-0, che viene mantenuto dalle parate del ceco. Almeno fino al 96', quando il Friburgo sfonda il muro e trova la rete della vittoria con Maximilian Philipp. 1-0 e due su due per il Friburgo, che fa parte del gruppetto di testa della Bundesliga, aspettando il Bayern. 

HEIDENHEIM-HOFFENHEIM 2-3
Comeback vincente da sogno per l'Hoffenheim, che ribalta una partita già persa nello spazio di tredici minuti, passando dal doppio svantaggio alla vittoria per 3-2 sull'Heidenheim. L'avvio della partita è da incubo per gli ospiti, che al 16' rischiano subito di subire un gol: Beste va sul dischetto e sbaglia il rigore, facendoselo parare da Baumann. L'appuntamento con la rete dell'Heidenheim è soltato rimandato, perchè lo stesso Beste lo trova al 27' su punizione, siglando il primo gol della neopromossa in Bundesliga. L'Hoffenheim non reagisce e crolla al 58' quando, su azione da corner, Pieringer insacca il 2-0. Sembra tutto finito, invece si consuma una clamorosa rimonta: Beier accorcia al 76' e Kaderabek pareggia i conti all'81', ravvivando l'Hoffenheim. Il resto lo fa Kramaric, col rigore della vittoria all'89'. Prima vittoria per l'Hoffenheim, che lascia i rivali a zero punti con Darmstadt, Werder e Mainz (impegnato domani).

BORUSSIA MONCHENGLADBACH-BAYER LEVERKUSEN 0-3
Due su due per il Bayer Leverkusen di Xabi Alonso, che continua a giocare un calcio sublime e vincere. Con questo risultato le aspirine agganciano Union Berlino, Friburgo e Wolfsburg in testa alla Bundesliga, aspettando i risultati di Bayern ed Eintracht, che potrebbero a loro volta arrivare a sei punti. Avvio aggressivo per gli ospiti, subito pericolosi con Boniface. L'ex Union SG, terminale offensivo di Xabi Alonso, non ha ancora segnato in Bundesliga e si sblocca al 18': sulla palla di Xhaka, Grimaldo svetta di testa e serve il compagno, che incorna alle spalle di Omlin per l'1-0. Tre minuti dopo ecco anche il raddoppio, ma la strepitosa rete del già menzionato Xhaka viene annullata per un offside precedente. Il forcing del Leverkusen non si ferma, con Itakura ad evitare il raddoppio e l'errore di Boniface ad Omlin praticamente battuto. Nel recupero, però ecco la meritata rete del Bayer: la firma Jonathan Tah, inserendosi da centravanti sugli sviluppi di un calcio piazzato e finalizzando sull'assist dell'ex Hofmann. Nella ripresa, bastano otto minuti per il tris dei rossoneri, con una strepitosa combinazione: Wirtz lancia Boniface in profondità e il nigeriano fa doppietta al 53', firmando il 3-0. La reazione del Gladbach è affidata all'incornata di Itakura, ma Hradecky para e il Bayer Leverkusen continua ad attaccare: questa volta è Hlozek, subentrato, ad andare vicino alla rete all'85'. Il risultato però non cambia, col Bayer Leverkusen che vince 3-0 e vola in testa. Si ferma a quota un punto, invece, uno spento Gladbach. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti