GERMANIA

Bundesliga: Haaland non segna, il Dortmund cade a Leverkusen

Gli uomini di Favre cedono 4-3 al Bayer. In gol Emre Can. L'Hoffenheim perde 1-0 a Friburgo

  • A
  • A
  • A

Nella 21esima giornata di Bundesliga, Haaland resta a secco e il Dortmund cade in casa del Bayer Leverkusen: doppietta di Volland, per i gialloneri segnano Hummels, Emre Can (all’esordio) con una prodezza dalla distanza e Guerreiro. Nel finale Bailey pareggia e Bender fa il gol vittoria. Lo Schalke 04 si fa fermare 1-1 dal Paderborn in casa, Gjasula risponde a Kutucu. Il Friburgo batte l’Hoffenheim 1-0, il Fortuna Dusseldorf fa 1-1 a Wolfsburg.

SCHALKE 04-PADERBORN 1-1
Martedì lo Schalke ha eliminato l’Hertha Berlino dalla Coppa di Germania, 3-2 ai tempi supplementari. Forse un po’ di stanchezza nelle gambe della squadra allenata da David Wagner, che alla Veltins-Arena pareggia 1-1 con il Paderborn che resta ultimo in campionato. L’occasione più ghiotta per i padroni di casa nella prima frazione è il tiro di McKennie al 34’, la sfera è diretta sotto la traversa ma Zingerle para con un grande intervento. Gli ospiti non riescono a dare continuità alle loro azioni e faticano ad avvicinarsi alla porta avversaria, i padroni di casa capitalizzano la loro supremazia al 63’ con il destro angolato di Kutucu, servito in area da Oczipka, protagonista di una straripante azione personale sulla fascia sinistra. All’81’ pareggia Gjasula di testa su calcio d’angolo, in una sfida che i padroni di casa non sono riusciti a mettere in ghiaccio prima del convulso finale.

FRIBURGO-HOFFENHEIM 1-0
Seconda vittoria nelle ultime sei partite per il Friburgo di Christian Streich negli ultimi cinque incontri ha racimolato una vittoria, un pari e tre sconfitte. L’Hoffenheim di Alfred Schreuder proviene dalla vittoria in casa contro il Bayer Leverkusen per 2-1, arriva alla sfida in un ottimo periodo di forma ma cade a sorpresa 1-0. Allo Schwarzwald Stadion le prime due occasioni per sbloccare il match capitano sui piedi di Dabbur, ma i suoi tentativi vengono neutralizzati da Schwolow. Al 39’, a sorpresa, passano in vantaggio i padroni di casa con il rigore dell’attaccante tedesco Waldschmidt che con freddezza spiazza Pentke. Nel finale gli ospiti non riescono a reagire e incassano la sconfitta che li allontana dalla zona Europa.

WOLFSBURG-FORTUNA DUSSELDORF 1-1
L’unica vittoria esterna ottenuta dal Fortuna Dusseldorf nell’attuale edizione della Bundesliga risale alla prima giornata: 3-1 sul campo del Werder Brema, lo scorso 17 agosto. Gli ospiti per poco non fanno il bis alla Volkswagen Arena contro il Wolfsburg, guidato in panchina da Oliver Glasner. Gli ospiti giocano meglio in avvio e al 13’ passano in vantaggio con Zimmermann, che al termine di un’azione manovrata dei suoi si inserisce con i tempi giusti in area, viene servito da Tekpetey e supera Casteels. Passano tre minuti nella ripresa e il Wolfsburg rimane in dieci: gomitata di Pongracic, l’arbitro Stieler consulta il Var ed estrae il rosso. Nonostante l’inferiorità numerica i padroni di casa pareggiano al 50’ con il colpo di testa di Steffen, lasciato colpevolmente libero dalla difesa del Dusseldorf per l’1-1 finale.

WERDER BREMA-UNION BERLINO 0-2
Al Weserstadion I padroni di casa rimediano la terza sconfitta consecutiva in campionato, la squadra di Florian Kohfeldt è riuscita nell’impresa di sconfiggere in casa il Borussia Dortmund in Coppa di Germania per 3-2 ma non riesce a ripetersi in campionato. Gli uomini di Urs Fischer nella prima parte del match lasciano il pallone agli avversari e si chiudono in attesa di colpire in contropiede, ma il primo tempo si conclude senza particolari emozioni. Nella ripresa passano in vantaggio gli ospiti al 53’, ripartenza fulminea e rete di Bulter che va a segno grazie all’assist di Lenz. Un altro contropiede porta al 2-0 al 72’, doppietta di Bulter che raccoglie una respinta di Pavlenka. Il risultato non cambia fino al triplice fischio finale.

HERTHA BERLINO-MAINZ 1-3
Martedì l’Hertha ha rimediato una rocambolesca eliminazione dalla Coppa di Germania per mano dello Schalke, ora affronta il Mainz che si rialza dopo quattro k.o. consecutivi. In una serata negativa di Coppa la formazione allenata da Jurgen Klinsmann aveva avuto un motivo per sorridere: il primo gol segnato da Krzysztof Piatek con la maglia del club di Berlino. Il polacco parte titolare in attacco insieme a Kopke ma stavolta rimane a secco. All’Olympiastadion è il Mainz a passare in vantaggio al 17’ con l’ex Palermo Quaison, che entra in area e con un tiro preciso di piatto supera Jarstein, che non può arrivare sul pallone diretto all’angolino. L’Hertha mantiene il possesso ma non riesce a rendersi pericoloso, all'82' raddoppia ancora lo svedese. All’84’ Boyata accorcia le distanze, Wolf rimedia il secondo giallo all’89’, lascia così i suoi in dieci e nel finale Quaison fa tripletta su rigore.

BAYER LEVERKUSEN-BORUSSIA DORTMUND 4-3
Il fenomeno norvegese Haaland (otto gol in cinque partite, tre delle quali iniziate dalla panchina) parte titolare nel Borussia dopo l’infortunio muscolare di Marco Reus ma stavolta non riesce a incidere e i suoi crollano. All’andata era finita 4-0 per il Dortmund di Lucien Favre, a campi invertiti il Bayer riesce a riscattarsi e vince 4-3 con un finale da urlo. Il Leverkusen ora in classifica è a -2 dal Dortmund, che perde in campionato dopo tre vittorie consecutive. Dopo una prima fase di studio gli ospiti passano in vantaggio al 20’ con il travolgente contropiede di Volland che, servito da un filtrante di Amiri, resiste alla marcatura di due difensori e scarica in rete incrociando la conclusione. Due minuti dopo Hummels svetta di testa con perfetto tempismo sul corner battuto da Jadon Sancho e fa 1-1. Al 33’ prodezza dell’ex Juventus Emre Can (all’esordio da titolare) da fuori area e vantaggio per i gialloneri: il centrocampista fa partire un destro a effetto da 30 metri che si spegne sotto l’incrocio dei pali. Il Leverkusen non si demoralizza e pareggia grazie alla doppietta di Volland, che al 43’ raccoglie l’assist di di Tah dalla linea di fondo e segna con un destro al volo che si infila tra le gambe di Burki. I gialloneri continuano ad attaccare anche nella ripresa, l’arbitro annulla un gol a Jadon Sancho dopo aver consultato il Var per un fallo di Reyna. Lo stesso Reyna colpisce il palo con un sinistro dalla distanza, al 65’ gli ospiti passano in vantaggio: inserimento in area di Guerreiro che segna di sinistro dopo esser stato servito con i tempi giusti in area da Hakimi, 3-2. Anche il Bayer si vede annullare un gol per fuorigioco, in questo caso di Bailey. Il giamaicano riagguanta la gloria all’81’ raccogliendo la respinta in scivolata di Emre Can sull’incursione di Volland ed è 3-3. Un minuto dopo Bender fa 4-3 colpendo di testa sul cross di Skingraven.

RISULTATI E CLASSIFICHE

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments