GERMANIA

Bundesliga: il Lipsia domina 5-0 in casa dello Schalke, il Borussia Dortmund supera 2-0 in trasferta il Werder Brema

La squadra di Nagelsmann segna quattro reti nella ripresa, 12esimo gol in 8 partite per Haaland

  • A
  • A
  • A

Nella 23esima giornata di Bundesliga il Lipsia vince 5-0 in casa dello Schalke, la sblocca Sabitzer e nella ripresa segnano Werner, Halstenberg, Angelino e Forsberg. Il Borussia Dortmund espugna il Weserstadion con i gol di Zagadou e Haaland (12 gol in 8 partite per lui), 2-0 al Werder Brema. Il Mönchengladbach pareggia 1-1 in casa contro l’Hoffenheim, il Fortuna Düsseldorf passa a Friburgo 2-0. Il Colonia dilaga a Berlino, 5-0 all’Hertha.

SCHALKE 04-LIPSIA 0-5
Il Lipsia vince 5-0 in casa dello Schalke la seconda partita consecutiva in Bundesliga e resta a -1 dal Bayern Monaco capolista, lo Schalke rimane al sesto posto nonostante la sconfitta. Alla Veltins-Arena gli uomini di Nagelsmann passano in vantaggio al 1’: destro terrificante di Sabitzer da fuori area, Nubel si butta dalla parte giusta ma non riesce a intercettare la conclusione dell’austriaco. Sabitzer continua a cercare la porta anche nei minuti successivi e prova due volte a raddoppiare, ma i suoi tiri non inquadrano lo specchio della porta. Nella ripresa gli ospiti continuano ad attaccare, ancora Sabitzer si rende pericoloso senza riuscire a segnare. Al 61’ Nkunku serve con un rasoterra in profondità Werner, l’attaccante tedesco entra in area e scaglia verso la porta un destro potente che viene leggermente deviato da Kabak e si dimostra imprendibile per il portiere dei padroni di casa. L’ex Fiorentina Nastasic prova ad accorciare le distanze ma trova la pronta risposta di Gulacsi. Al 68’ arriva il tris grazie al colpo di testa di Halstenberg sul corner battuto da Nkunku, la vittoria è in cassaforte per gli ospiti. Bella azione in velocità del Lipsia che non è ancora sazio, Nkunku innesca Angelino che segna con un diagonale imprendibile. Il pokerissimo è di Forsberg che la piazza nell’angolino con il sinistro, pallone servitogli da Nkunku che arriva così a quota quattro assist. 

WERDER BREMA-BORUSSIA DORTMUND 0-2
Nell’andata degli ottavi di Champions League il Borussia Dortmund ha battuto il Psg 2-1: entrambe le reti della squadra di Favre sono state segnate da Erling Haaland, attaccante norvegese di 19 anni che si è rivelato un proficuo innesto per il club giallonero nel mercato di gennaio. Al Weserstadion Haaland segna ancora e i padroni di casa rimediano la quinta sconfitta consecutiva, pessimo ruolino di marcia nella lotta per non retrocedere. Primo tempo avaro di emozioni e di occasioni da gol, gli ospiti tengono il pallone ma non riescono a mettere in difficoltà la retroguardia ben organizzata dei padroni di casa. Nella ripresa la sfida è più serrata e al 53’ il corner di Jadon Sancho trova in area Zagadou, il difensore è bravo a superare Pavlenka con il sinistro al volo. Al 66’ arriva l’immancabile gol di Haaland, il norvegese calcia forte di destro sull’assist di Hakimi e raddoppia per il 2-0 finale in favore dei gialloneri. Il 19enne, gol numero 40 per lui in stagione, ci prova ancora in due occasioni, ma in entrambi i casi Pavlenka mostra dei riflessi prodigiosi ed evita il tracollo al Werder Brema. 

MONCHENGLADBACH-HOFFENHEIM 1-1
Il Borussia Moenchengladbach si fa raggiungere nel finale dall’Hoffenheim quando già stava assaporando la vittoria, l’1-1 di Ribeiro taglia le gambe ai padroni di casa che ora si ritrovano a -6 dal Bayern capolista. La formazione allenata da Rose ha vinto gli ultimi otto incontri interni disputati in Bundesliga ma stavolta si fa beffare sul più bello. L’Hoffenheim è in lotta per la qualificazione all’Europa League e dopo due sconfitte consecutive trova un pareggio utile per uscire dal momento negativo. Al Borussia Park i padroni di casa partono con il piede sull’acceleratore e vanno in vantaggio con Ginter all’11’. Palla vagante in area, il difensore colpisce di destro al volo e non lascia scampo a Baumann. Al 92’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo Ribeiro appostato sulla linea di porta segna di testa superando Sommer per l’1-1 definitivo.

FRIBURGO-FORTUNA DUSSELDORF 0-2
Il Fortuna Dusseldorf rischia di retrocedere e spinto dalla forza della disperazione trova i tre punti in trasferta dopo cinque giornate senza vittorie. Il Friburgo allenato da Streich conferma anche in questo match i suoi problemi in fase difensiva. Allo Schwarzwald-Stadion gli ospiti attaccano con convinzione fin dal primo minuto e passano in vantaggio al 37’ con il colpo di testa del difensore centrale Hoffmann. Nella ripresa gli ospiti continuano a macinare gioco e raddoppiano con la rete di Thommy al 61’. Bel tiro al termine di un contropiede fulminante, palla piazzata di destro nell’angolino dove Schwolow non può arrivare. Negli ultimi dieci minuti il Friburgo si riscuote e assedia l’area di rigore degli ospiti, senza però riuscire a cambiare il risultato.

HERTHA BERLINO-COLONIA 0-5
Sfida importante per la lotta retrocessione, all’Olympiastadion il Colonia di Gisdol trova cinque gol e morale per continuare a sperare nella salvezza. Dopo dieci partite con risultati altalenanti, Klinsmann ha deciso di dimettersi dal ruolo di allenatore del club di Berlino ed è stato rimpiazzato con il suo vice, Nouri, una mossa che per ora si rivela perdente. Il Colonia passa in vantaggio al 4’ con Cordoba che grazie alla deviazione decisiva di Ascacibar in ripiegamento supera Jarstein con un pallonetto beffardo. L’attaccante colombiano si ripete al 22’, perfetto tuffo di testa sul cross di Jakobs, Colonia letale in ripartenza. Al 38’ il tris del Colonia è opera delle sciagurate scelte difensive dei padroni di casa. La difesa sale male per il fuorigioco, Cordoba si trova solo davanti a Jarstein ma preferisce servire Kainz, che indisturbato può stoppare e colpire con un destro rasoterra superando il tentativo di parata disperato del portiere dell’Hertha. Jarstein calcia sulla linea, il pallone colpisce il palo ed entra in porta, sarà quindi autorete del portiere. Al 62’ ennesimo contropiede ben eseguito, Kainz non perdona e fa poker per i suoi. La perfetta punizione di Uth chiude i conti, 5-0 al 69’.

RISULTATI E CLASSIFICHE

Vedi anche Bundesliga: il Bayern batte il Paderborn 3-2, all'Allianz Arena decide la doppietta di Lewandowski Calcio estero Bundesliga: il Bayern batte il Paderborn 3-2, all'Allianz Arena decide la doppietta di Lewandowski

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments