BUNDESLIGA

Bundesliga: il Borussia Dortmund si butta via a Hoffenheim, la vetta resta a -4

Gol di Goetze, poi i biancazzurri si rialzano e vincono 2-1 con due reti nel finale. Lipsia e Borussia Moenchengladbach possono scappare

  • A
  • A
  • A

Occasione malamente sprecata per il Borussia Dortmund, che perde per 2-1 sul campo dell'Hoffenheim e rimane a -4 dalla coppia al comando della Bundesliga (Lipsia e Borussia Moenchengladbach). Gialloneri in vantaggio grazie alla rete di Mario Goetze al 17' e a lungo in controllo. Nel finale cambia tutto: un pasticcio difensivo permette il pareggio di Adamyan al 79', quindi all'87' è Kramaric a firmare il sorpasso con un perfetto colpo di testa.

Quasi ottanta minuti perfetti, per quello che era l'obiettivo del Borussia Dortmund: mantenersi a vista del primo posto in classifica della Bundesliga, prendendosi un vantaggio psicologico non da poco su chi attualmente lo precede in terra tedesca. Ma i gialloneri non fanno i conti con un Hoffenheim attento e paziente, che in meno di dieci minuti riesce a capovolgere il proprio destino e ottenere una vittoria che pesa parecchio anche per i padroni di casa: in questo modo arriva infatti un momentaneo sesto posto che significherebbe Europa League. La prima iniziativa del match è per i padroni di casa (tenta la fortuna in solitaria Bebou), poi si accende il Borussia Dortmund con Goetze e Thorgan Hazard. Resiste però l'equilibrio di una partita in cui entrambe le squadre in campo giocano all'attacco. Serve una grande azione per sbloccare il punteggio, e arriva al 17': Hazard corre sulla destra e si inventa uno strepitoso servizio in profondità per Hakimi, perfetto l'assist di quest'ultimo al centro dove Goetze si presenta e batte sul primo palo Baumann. Il vantaggio scatena l'entusiasmo del Borussia, che sfiora il raddoppio con Sancho. L'Hoffenheim però non ci sta e si riporta in avanti: Skov si rende pericolosissimo su calcio di punizione, ma le sue speranze si infrangono sulla traversa. Baumann nega il raddoppio a Hakimi e poi compie un miracolo su Hazard, al termine di un primo tempo che torna a forti tinte giallonere.

Lo stesso Hakimi a inizio ripresa ha l'occasione di raddoppiare, ma sbaglia mira con la conclusione dall'interno dell'area. Dall'altra parte è Baumgartner a farsi servire un gran pallone, non riuscendo però a centrare la porta difesa da Burki. Il Borussia Dortmund capisce che l'avversario venderà cara la pelle fino alla fine e imposta il resto della partita da grande squadra: i ritmi infatti calano nella seconda metà della ripresa, con gli uomini di Favre che tentano di addormentare il match. Un piano che sembra funzionare fino al 79', quando i tre giocatori subentrati nel secondo tempo confezionano il pari: Kaderabek va al cross dalla destra, Piszczek e Burki pasticciano nel tentativo di chiudere su Locadia e in questo modo permettono all'armeno Adamyan di trovare la zampata vincente a porta vuota. Ma non è ancora finita, perché all'87' l'Hoffenheim avanza indisturbato con un'azione lunga e avvolgente e in sei tocchi riesce a portarsi in vantaggio grazie al colpo di testa di Kramaric, ottimamente servito dal solito Adamyan. C'è qualche istante di apprensione, poi il Var conferma la bontà del gol. Quello che regalerà una pausa natalizia piena di rimpianti al Borussia Dortmund.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments