GERMANIA

Bundesliga: Borussia Dortmund in Champions League, Lipsia aritmeticamente secondo

Facile tris dei gialloneri al Mainz: Guerreiro, Reus e Brandt confezionano il 3-1 che vale la qualificazione matematica. Nagelsmann rimonta 2-2 il Wolfsburg

  • A
  • A
  • A

Nei posticipi della 33esima giornata di Bundesliga il Borussia Dortmund si qualifica con un turno di anticipo alla prossima Champions League: vince 3-1 in casa del Mainz e stacca l’Eintracht Francoforte di 4 incolmabili punti. Guerreiro sblocca al 23’, poi Reus raddoppia al 42’, dopo una giocata di Sancho, e infine Brandt chiude i conti all’80’. Kluivert e Sabitzer consentono al Lipsia di rimontare 2-2 il Wolfsburg e di assicurarsi il secondo posto.

MAINZ-BORUSSIA DORTMUND 1-3
Il Borussia Dortmund si qualifica alla prossima Champions League grazie a una netta vittoria a Mainz che vale il decisivo +4 sull’Eintracht Francoforte, quinto in classifica. Con i padroni di casa che sabato hanno festeggiato la salvezza senza giocare alla luce dei risultati delle concorrenti, la prima occasione è dei gialloneri, ma la bella conclusione di Bellingham sfila a lato con un’angolazione eccessiva. È al 23’ però che la squadra di Terzic riesce a portarsi avanti: Meunier crossa dalla destra e Da Costa regala di petto il pallone a Sancho, che lo appoggia a Guerreiro per il tiro sotto l’incrocio lontano. Il talento inglese non si stanca però di vestire i panni dell’assistman e al 42’ si esibisce in una giocata davvero pregevole, con uno strepitoso slalom in area che Reus deve solo coronare con un facile tap-in. La ripresa comincia con alcuni minuti di ritardo per l’incessante temporale sull’Opel Arena, poi i padroni di casa si dimostrano arrembanti: Boetius calcia a lato da ottima posizione, mentre Latza si vede negare la rete da un gran guizzo di Burki. Quando mancano però dieci minuti al 90’ il Borussia Dortmund si mette al riparo da qualsiasi scherzo, con Brandt che salta Dahmen in uscita e completa il tris che vale l’Europa di primissimo piano. Al 91’ il tocco di mano in area di Hazard convince infine la Var ad assegnare il rigore con il quale Quaison fissa l’1-3 finale.

LIPSIA-WOLFSBURG 2-2
Pareggio in rimonta preziosissimo quello ottenuto contro il Wolfsburg dal Lipsia, che così si piazza definitivamente al secondo posto in Bundesliga. Ottimo inizio di partita per i Lupi. Bote Baku va bene in velocità alla conclusione ma la sfera termina sul fondo di niente. Al 12’ il vantaggio ospite viene servito: Arnold infila la palla davanti, dove Philipp arpiona il pallone e, una volta arrivato nei pressi del limite dell’area avversaria, lascia partire un destro indirizzato verso l’incrocio dei pali, sul quale nulla può fare Gulácsi, forse in leggero ritardo. La formazione di Glasner va vicinissima al raddoppio al 25’, quando Weghorst riesce a scagliare un tiro che però sbatte solamente sull’esterno del palo destro per poi uscire. I padroni di casa si fanno vedere soltanto con Orban, ma sono costretti a subire il meritato 0-2 poco prima dell’intervallo: dalla destra, Baku trova Philipp il quale anticipa Konaté, per la doppietta del numero 17. Kluivert riesce a dimezzare le distanze al 51’. Gli uomini di Nagelsmann credono alla rimonta: Angelino viene fermato sul più bello da un difensore avversario, Kluivert viene ipnotizzato da Casteels. In ogni caso, al 78’, arriva il meritato 2-2: Otavio arriva leggermente in ritardo contro Haidara e per l’arbitro è rigore. Sabitzer trasforma dal dischetto.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments