Boateng e il rimborso al suo fanta-allenatore: "Alcune centinaia di euro"

La Gazzetta dello Sport ha intervistato il fortunato: "Gli regalerò una maglia della Sambenedettese"

  • A
  • A
  • A

"Questa è storia dello sport". La storia in questione, quella del fantallenatore arrabbiato per aver perso Kevin-Prince Boateng - trasferitosi dal Sassuolo al Barcellona a gennaio - che ha chiesto un rimborso all'ex Milan, negli ultimi giorni ha fatto il giro del web e si è conclusa con un lieto fine. Il ghanese ha effettuato l'inatteso rimborso, cogliendo di sorpresa anche il diretto interessato, che mai avrebbe creduto ad un epilogo del genere. Ma quanti soldi gli ha mandato Boateng? Per rispondere a questa domanda La Gazzetta dello Sport ha intervistato il fortunato tifoso, Renato Nepa di San Benedetto del Tronto, che ha dichiarato al giornale rosa di aver ricevuto "alcune centinaia di euro" dal 'Boa', esattamente la cifra necessaria per la partecipazione alla sua lega fantacalcistica di appartenenza.

"Sono milanista marcio - ha dichiarato il 36enne - il suo 'Moon walk' per lo scudetto lo porto dentro. Lo volevo più di tutti, per questo ho scambiato Pjanic e Callejon per Caprari e lui qualche giorno prima che andasse al Barça. Che tempismo, immaginatevi gli sfottò degli amici...".

Nepa ha poi spiegato cosa intende fare con la cifra che gli ha bonificato il calciatore: "Non li considero soldi miei. Li darò a una associazione di disabili di San Benedetto che si chiama 'Biancazzurro' - ha detto - Che persona straordinaria, non era assolutamente un atto dovuto".

Ora l'uomo vorrebbe incontrare il suo idolo per ringraziarlo: "Voglio andare a Barcellona. Devo incontrare il benefattore e regalargli una maglia della Sambenedettese".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments