Dybala, l'agente attacca Sampaoli

Tweet polemico dopo le parole del ct: "Che amarezza, questa Nazionale è stata costruita dai dirigenti e dai giornalisti"

  • A
  • A
  • A

La famiglia e l'entourage di Paulo Dybala non hanno gradito le parole di Jorge Sampaoli e si sono sfogati su Twitter. Nel mirino il ct e la Federcalcio argentina. Gustavo, fratello e agente dell'attaccante della Juventus, ha 'cinguettato' tutto il suo fastidio: "Che amarezza, questa Nazionale è stata costruita dai dirigenti e dai giornalisti". Il post è stato prontamente rimosso, ma ormai le sue parole avevano già fatto il giro del mondo.

Le frasi poco rassicuranti e abbastanza dure di Sampaoli ("Dybala o non lo abbiamo saputo valorizzare o lui non si è saputo adattare alla nostra idea di calcio. Pensavamo che fosse un giocatore top. L'ho convocato sempre, tranne in questo giro, vedremo se c'è qualcuno che dimostrerà di essere migliore di lui") hanno scatenato la reazione di famiglia ed entourage. Una risposta ancora più dura, tanto che poi il post è stato rimosso. Ma la frittata era ormai fatta e se Sampaoli se la lega al dito, Dybala guarderà il Mondiale di Russia dal divano di casa sua.

La coabitazione con Messi è molto problematica come si è potuto appurare nelle gare di qualificazione. La stessa Joya ha ammesso di giocare nella stessa posizione della Pulce e il ct Sampaoli ha preso atto della cosa già a novembre. "Su Paulo abbiamo lavorato molto bene, sappiamo che in futuro potrà dare molto alla squadra - disse il ct dell'Albiceleste -. Sappiamo anche che al momento pesta i piedi a Messi". In parole povere, in Russia Dybala avrebbe un semplice ruolo da comprimario come riserva del fuoriclasse del Barcellona. Per trovare lo spazio che merita non gli resta che aspettare il giorno che Leo dirà basta con la Nazionale. Forse proprio dopo l'appuntamento in Russia...

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments