Il sangue è blaugrana, ma soprattutto nobile

Antimo De Salve racconta la sua passione per i colori del Barcellona

di
  • A
  • A
  • A

Cosa c'entra un medico con il sangue è facile intuirlo. L'essenza del lavoro prevede comunque una frequente interazione con l'elemento ematico, anche quando sul biglietto da visita c'è scritto “Medico Chirurgo specializzato in Anestesia e Rianimazione”. Più complicato è mettere in relazione un medico e il tifo per il Barcellona. Ma bastano poche pagine di “Sangue Blaugrana” per svelare questo mistero. Antimo De Salve oggi si occupa di terapia del dolore presso l'ospedale di Lecco e in passato ha fatto tutto quello che esiste di più lontano dal calcio: deejay, bassista, comparsa in filmati e videoclip. Ha da sempre una passione illimitata per i Depeche Mode, ma a un certo punto della sua vita – e lo racconta appunto nel libro – una circostanza inizialmente dolorosa come una malattia l'ha portato a Barcellona per delle cure. Il bello è che le cure sono andate benissimo, ma gli amici catalani gli hanno attaccato un'altra malattia, il tifo per il Barcelloina.

In questo libro ci sono tante pagine divertenti e tante commoventi. C'è la passione per due colori prima ancora che per lo sport del calcio. C'è la voglia di fare qualcosa per gente meno fortunata. Ci sono mille curiosità sulla storia di un club che da diversi anni è all'avanguardia del calcio mondiale. De Salve è fondatore e presidente della £Penya Lombarda FC Barcelona”, club di tifosi blaugrana ufficialmente riconosciuto (e soprattutto apprezzato) dai vertici del club. L'attività della Penya non si limita alle trasferte per partite di Liga e di Champions, ma va molto al di là con iniziative che hanno lo scopo di aiutare ragazzini poco fortunati e non solo. Così come lo scopo del libro è benefico: i proventi delle vendite verranno interamente devoluti a favore dell'Associazione “Quelli che con… Luca” onlus.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments