Serie A: Cagliari-Chievo 2-1

I gialloblù perdono 2-1 e restano a -1: per l'ex ct è la seconda sconfitta consecutiva

  • A
  • A
  • A

Seconda vittoria consecutiva in casa per il Cagliari che regola per 2-1 il Chievo. Sessanta minuti ottimi per i sardi che passano con Pavoletti (15') e Castro (59'), ma dopo aver dominato lasciano campo ai gialloblù che lottano e tornano in gara con Stepinski (79'). Ventura ancora sconfitto e a -1 in classifica, Maran invece porta il Cagliari in una posizione molto più tranquilla e confortante a quota 13.

Maran e Ventura si basano sulle proprie certezze: 4-3-1-2 per i sardi, 3-5-2 per i gialloblu'. L'avvio di gara riflette il momento psicologico delle due squadre. Il Cagliari parte forte e fa la partita, situazione di attesa per gli ospiti. Il primo ad andare vicino al gol è Pavoletti, che si rende pericoloso prima con una bella girata poi con un colpo di testa, non trovando la porta in entrambi i casi. Al terzo tentativo, al quarto d'ora, il centravanti del Cagliari va a segno, sempre di testa su azione d'angolo, per il suo quinto gol in campionato. Il vantaggio accentua la scioltezza nel gioco e nella circolazione di palla della squadra di Maran, con un Chievo in balia dell'avversario e che deve ringraziare l'imprecisione di Srna sottoporta se non si trova subito dopo già sotto di due reti. Col passare dei minuti, il Cagliari abbassa un po' i ritmi, ma quando può cerca sempre di rendersi pericoloso e Joao Pedro, poco prima dell'intervallo, non sfrutta a dovere una verticalizzazione improvvisa.

Ma anche il Chievo, finalmente, riesce a rendersi pericoloso, al termine di un'azione ben eseguita: Depaoli mette paura a Cragno sfiorando il palo in diagonale. Progressi del Chievo confermati in avvio di ripresa, quando Cragno salva due volte, prima su un sinistro di Giaccherini e poi su un colpo di testa di Meggiorini. Ma appena il Cagliari si riaffaccia davanti trova il raddoppio, grazie a un gran destro di Castro dai venti metri che si infila nell'angolo alto. Gli uomini di Ventura accusano il colpo per qualche minuto, ma, diversamente dalla gara con l'Atalanta, provano comunque a reagire e a riaprire la gara, ci va vicino due volte Rigoni nel giro di pochi secondi, poi anche Giaccherini ha una grande occasione ma la spreca. Cagliari che forse abbassa un po' troppo presto ritmi e baricentro e va un po' in sofferenza, come certifica il gol di Stepinski, ben imbeccato dal cross di Depaoli. Forcing finale dei gialloblu' che però non cambia il risultato. Maran esulta, anche se con qualche patema di troppo, Ventura nonostante il ko incamera i primi, timidi, segnali positivi.

CAGLIARI-CHIEVO 2-1
CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno 6; Srna 6, Ceppitelli 6,5, Pisacane 5,5, Padoin 6; Ionita 6, Bradaric 6 (76' Cigarini sv), Barella 6 (85' Dessena sv); Castro 7; Joao Pedro 6,5, Pavoletti 7 (69' Cerri 6). A disp.: Rafael, Aresti, Andreolli, Romagna, Faragò, Sau. All.: Maran.
CHIEVO (3-5-2): Sorrentino 6; Bani 5,5, Rossettini 5,5, Cesar 5; Depaoli 6,5, N. Rigoni 5,5, Radovanovic 5 (87' Pellissier sv), Giaccherini 6, Jaroszynski 6 (81' Kiyine sv); Meggiorini 5,5 (64' Birsa 6,5), Stepinski 6. A disp.: Seculin, Semper, Tanasijevic, Burruchaga, Grubac, Obi, Leris. All.: Ventura
Arbitro: Piccinini
Marcatori: 15' Pavoletti (Ca), 59' Castro (Ca), 79' Stepinski (Ch)
Ammoniti: Giaccherini (Ch), Rossettini (Ch), N. Rigoni (Ch), Meggiorini (Ch), Kiyine (Ch), Cerri (Ca), Stepinski (Ch)
Espulsi: -

PISACANE 5,5 – Buona prova per quasi tutto il match, ma si perde Stepinski sull'azione che potrebbe riaprire la gara.
CASTRO 7 – Qualità costante al servizio dei compagni e un gol gioiello a impreziosire il tutto.
PAVOLETTI 7 – Sempre lui, ancora lui, nuovamente a segno, ma c'è sempre per la sua squadra lottando su ogni pallone.
RADOVANOVIC 5 – Non riesce mai ad accendere la luce, troppo lento e impreciso in cabina di regia.
DEPAOLI 6,5 – Inizio timido poi sempre più convincente, è suo l'assist per il gol di Stepinski. Buona spinta e personalità sulla fascia destra.
BIRSA 6,5 – Un ingresso che cambia faccia al Chievo, che trova efficacia e imprevedibilità negli schemi offensivi.

Due pareggi e otto sconfitte nelle prime 10 partite: questa è la peggior partenza in assoluto nella storia del Chievo in Serie A.
26 gol subiti dal Chievo finora, record negativo dopo le prime 10 partite di una campionato di Serie A dal 1992/93 (30 reti incassate dall'Ancona).
Tra le squadre con almeno cinque partite interne giocate, il Cagliari è una delle tre ancora imbattute in casa (con Juventus e Fiorentina).
Il Cagliari non vinceva due partite interne di fila in Serie A dal novembre 2017.
Tutte le cinque vittorie del Cagliari contro il Chievo in Serie A sono arrivate in casa dei sardi.
Il Chievo non vince da 10 partite di Serie A: è la striscia aperta più lunga tra le 20 squadre presenti in questo campionato.
Il Cagliari è la squadra di questo campionato ad aver segnato più gol di testa (cinque).
Tra i giocatori attualmente in Serie A, nessuno ha realizzato più gol di testa di Leonardo Pavoletti (19, come Mauro Icardi).
Il 48% dei gol segnati da Pavoletti in Serie A è arrivato di testa (19 su 40).
Leonardo Pavoletti ha trovato la rete in tre partite consecutive di Serie A per la prima volta dal maggio 2016 (con la maglia del Genoa).
Quello di Lucas Castro contro il Chievo è stato il 250° gol di questa Serie A.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments