Cagliari, Borriello dice addio: "Dette tante cose false"

L'attaccante spiega su Instagram il divorzio e il passaggio alla Spal. Il presidente del Cagliari: "Via per soldi"

Cagliari, Borriello dice addio: "Dette tante cose false"

Marco Borriello ha voluto dire la sua annunciando non solo la definitiva separazione dal Cagliari ma spiegandone anche le motivazioni. L'attaccante ha messo un lungo post su Instagram in cui cerca di fare chiarezza: "Ho letto tante cose false. Non ha mai litigato con Rastelli né con la società né con i compagni. Non ho sentito più quel fuoco che avevo dentro di me nella passata stagione". Ufficiale il passaggio alla Spal.

LA REPLICA DI GIULINI

Il presidente del Cagliari Tommaso Giulini ha replicato così a Premium Sport: “È mancata un po’ di riconoscenza nei confronti della città e della società e un po’ di mancanza di rispetto nei confronti dell’allenatore e del gruppo. C’è chi gioca per la maglia e chi gioca per altri valori, quindi era inevitabile che finisse così. D’altra parte, va a prendere il doppio di quello che prendeva a Cagliari: in bocca al lupo. La maglia va rispettata fino in fondo e nel suo caso non questo rispetto non c’è stato".

IL POST DI BORRIELLO

Buongiorno amici e in particolare tifosi del cagliari, vorrei fare chiarezza su quello che si e' scritto e detto in queste ultime ore riguardo la non convocazione e al mio passaggio di squadra! Innanzitutto ci tengo a precisare che non ho litigato con massimo rastellli ,ne con la societa' ne con compagni di squadra!!! Quindi tutto quello che avete letto e sentito e' FALSO!!! Lo scorso anno quando sono venuto a cagliari l'ho fatto con grande determinazione,motivazione ed entusiasmo ed infatti sono riuscito a fare grazie anche all'aiuto dei miei compagni una stagione fantastica con 20 reti e un undicesimo posto in campionato... Per tanti motivi quest' anno dopo diversi allenamenti e partite non ho sentito piu' quel fuoco che avevo dentro di me della passata stagione. Penso che per un giocatore di 35 anni le motivazioni devono essere alla base di tutto,al campo ci si deve andare con la voglia di credere in cio' che si sta facendo...mi reputo una persona passionale e alla continua ricerca di nuove sfide e se vengono a mancare questi requisiti allora diventa un problema per ME...e siccome io non ho voluto mai essere un problema per il Cagliari calcio,per i miei compagni di squadra,l'allenatore e per l ambiente....ho deciso una settimana fa, dopo la partita contro il palermo, di andare in primis dal direttore sportivo e poi dal presidente per manifestare questa mia voglia di cambiare. Non volevo rovinare tutto cio' di buono che ho fatto per la maglia del cagliari e per i fantastici tifosi che mi hanno veramente fatto sentire un idolo e accolto come se fossi a casa mia!!! Voglio salutare e ringraziare la citta' di Cagliari e tutti i tifosi per quello che mi hanno dato...vi portero' sempre nel mio cuore Ora il mio viaggio continua altrove ho ancora voglia di dimostare il mio valore e dare ancora qualcosa di importante al calcio italiano!!! Un abbraccio Marco

Un post condiviso da Marco Borriello (@marcoborriello) in data:

"Siccome io non ho voluto mai essere un problema per il Cagliari calcio, per i miei compagni di squadra,l'allenatore e per l'ambiente....ho deciso una settimana fa, dopo la partita contro il Palermo, di andare in primis dal direttore sportivo e poi dal presidente per manifestare questa mia voglia di cambiare" ha scritto il giocatore. 

Dopo la mancata convocazione per la prima di campionato contro la Juve, la rottura tra Borriello e il Cagliari era parsa insanabile. Nel frattempo è ufficiale il passaggio alla Spal: depositato il contratto firmato con l'attaccante che si trasferisce a Ferrara a titolo definitivo. Con lui, anche se in prestito, va alla Spal anche un altro ex cagliaritano, il difensore Salomon. . 

TAGS:
Calcio
Serie A
Cagliari
Borriello

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X