BOLOGNA-CAGLIARI 3-2

Serie A, Bologna-Cagliari 3-2: doppietta show di Barrow

Al Dall'Ara gli uomini di Mihajlovic tornano a vincere: a segno anche Soriano, Joao Pedro e Simeone

di
  • A
  • A
  • A

Nel sesto turno di Serie A il Bologna batte il Cagliari 3-2 e rialza la testa, tornando alla vittoria dopo tre sconfitte di fila. Nel primo tempo Joao Pedro (15') sblocca il match con una zampata, poi Barrow (45') pareggia con una magia all'incrocio dopo diversi interventi super di Cragno. Nella ripresa Simeone (47') riporta avanti i sardi, ma il Bologna ribalta tutto con Soriano (52') e ancora con un altro numero di Barrow (56').

LA PARTITA

Cinque gol, ritmo e spettacolo. Al Dall'Ara Mihajlovic e Di Francesco danno vita a un match ricco di idee, gioco e colpi da campione. Atteggiamento che alla resa dei conti premia il Bologna, ma che regala comunque emozioni da ambo le parti e tanti spunti tecnici. A partire dalla voglia di fare i tre punti e affrontare l'avversario a viso aperto e senza tatticismi. Decide tutto la serata magica di Barrow, ma a Bologna è il coraggio a vincere. Il coraggio di giocarsela senza paura scritto sia nel credo calcistico di Sinisa, sia nella filosofia di Di Francesco. 

Disposte a specchio, al Dall'Ara Bologna e Cagliari partono subito forte e il primo tempo è un continuo capovolgimento di fronti. Alta e compatta, la squadra di Di Francesco manovra bene dalla parte di Nandez e prova a sfondare con Rog e Joao Pedro. Gli uomini di Mihajlovic invece si appoggiano a Palacio per innescare i tre trequartisti tra le linee e sfruttare i cambi di gioco. Barrow impegna Cragno, poi Svanberg calcia alto dal limite. A ritmi alti, in mezzo al campo si lotta e col Cagliari in pressione il match si sposta sulle corsie. Da una parte tocca a Nandez spingere, dall'altra c'è invece Sottil ad attaccare De Silvestri. Accerchiamento che funziona e dopo un quarto d'ora di gioco fa saltare il banco: Orsolini sbaglia in uscita, Sottil pesca Joao Pedro in area e il Cagliari sblocca il match. Gol che concretizza la maggior qualità nel palleggio dei sardi e scuote il Bologna. Orsolini impegna Cragno su punizione, poi il portiere azzurro si supera prima su Svanberg e poi su Palacio. Occasioni che costringono il Cagliari ad abbassare il baricentro e caricano gli uomini di Sinisa, bravi invece ad alzare il ritmo e a pareggiare i conti alla fine del primo tempo con un tracciante di Barrow all'incrocio dei pali. 

Rete che accende il match e infiamma la ripresa. Dopo un'incursione di Zappa, gli uomini di Di Francesco tornano in vantaggio con Simeone, ma il Bologna non trema e in meno di dieci minuti ribalta tutto grazie a un destro preciso di Soriano e a un'altra perla di Barrow. Lampi che cambiano l'inerzia della partita e trasformano la gara in un continuo botta e risposta. A ritmi alti e con le squadre lunghe si gioca a tutto campo uno contro uno. Barrow impegna ancora Cragno, poi Di Francesco fa entrare Ounas, Pavoletti e Faragò per dare più spinta e pressione. Mosse che danno più freschezza al Cagliari e costringono il Bologna ad arretrare. Nel finale Skorupski ferma uno scatenato Ounas, poi Danilo & Co. murano un tentativo di Joao Pedro, chiudendo la gara e blindando il risultato. Il Bologna ribalta il Cagliari e rialza la testa, ma al Dall'Ara vince soprattutto lo spettacolo.
 

LE PAGELLE

Barrow 7,5: i due gol sono un mix perfetto di tecnica e potenza. Magie che non danno scampo a Cragno e fanno rialzare la testa al Bologna. Prezioso anche in fase di non possesso. Serata super.
Palacio 7: tanto lavoro sporco spalle alla porta al servizio dei compagni. Tiene palla, fa salire la squadra e fa valere tecnica ed esperienza.
Soriano 6,5: equilibrato e ordinato. Freddo quando ha lo spazio per colpire e trafiggere Cragno.
Orsolini 6,5: spinge e insiste, ma va a corrente alternata. Impegna Lykogiannis con i suoi inserimenti, ma non è sempre lucido nelle scelte.
Joao Pedro 7: si muove tra le linee cercando di non dare riferimenti al Bologna e ci riesce alla perfezione alternando qualità e quantità. Firma il gol che sblocca la gara, poi pesca Zappa sul raddoppio di Simeone.
Nandez e Sottil 6: corsa e giocate. Nel primo tempo attaccano la profondità senza paura innescando la manovra sulle corsie esterne, nella ripresa però calano e il Cagliari è meno incisivo.
Cragno 7: ottimo tra i pali e nelle uscite. Para tutto il parabile. Sulle magie di Barrow e sul destro di Soriano però non può fare nulla.
 

IL TABELLINO
BOLOGNA-CAGLIARI 3-2
Bologna (4-2-3-1): Skorupski 6; De Silvestri 5,5, Danilo 6, Tomiyasu 6,5, Hickey 5,5; Schouten 6,5, Svanberg 6,5 (37' st Dominguez sv); Orsolini 6,5, Soriano 6,5, Barrow 7,5 (43' st Vignato sv); Palacio 7 (37' st Denswil 6).
A disp.: Da Costa, Ravaglia, Paz, Arnofoli, Calabresi, Baldursson, Kingsley, Rabbi, Rocchi. All.: Mihajlovic 7
Cagliari (4-2-3-1): Cragno 7; Zappa 6,5 (25' st Faragò 6), Walukiewicz 5,5, Godin 5,5, Lykogiannis 5,5; Marin 6 (40' st Cerri sv), Rog 5,5; Nandez 6, Joao Pedro 7, Sottil 6 (17' st Ounas 6,5); Simeone 6,5 (25' st Pavoletti 6,5).
A disp.: Aresti, Vicario, Caligara, Klavan, Tramoni, Pisacane, Oliva, Carboni. All.: Di Francesco 6,5
Arbitro: Fabbri
Marcatori: 15' Joao Pedro (C), 45' Barrow (B), 2' st Simeone (C), 7' st Soriano (B), 11' st Barrow (B)
Ammoniti: Danilo, De Silvestri, Schouten (B); Cragno, Lykogiannis, Joao Pedro (C)
Espulsi: -


LE STATISTICHE
- Prima del Bologna, l'ultima squadra a subire gol in 39 partite di fila nei cinque maggiori campionati europei era stata il Queens Park Rangers nel 1969.
- Per la seconda volta nella sua storia in Serie A, il Bologna ha segnato almeno tre gol in ciascuna delle prime tre gare interne di campionato, dopo il 1930/31.
- João Pedro ha preso parte a sei gol (quattro reti, due assist) nelle sue prime sei partite stagionali in campionato; l’ultimo brasiliano a partecipare ad almeno sei reti nelle prime sei presenze stagionali in Serie A era stato Kakà, con il Milan, nel 2007 (sei marcature, due assist).
- Quarta partita di fila in gol in campionato per João Pedro, che eguaglia la serie del dicembre 2019. Prima di lui, l’ultimo giocatore brasiliano ad aver trovato la via della rete in almeno quattro match consecutivi in Serie A era stato Alexandre Pato, con il Milan, nel febbraio 2010.
- João Pedro si è portato al secondo posto in solitaria con 46 reti nella classifica dei migliori marcatori del Cagliari in Serie A, alle spalle del solo Luigi Riva (156 marcature).
- Il Bologna è diventata la vittima preferita di João Pedro in Serie A: cinque i gol rifilati ai felsinei nel massimo torneo.
João Pedro è il giocatore brasiliano che ha preso parte al maggior numero di gol nei Top-5 campionati europei nel 2020: 16 (11 reti, cinque assist).
- Riccardo Sottil ha preso parte a due gol nelle ultime due partite di campionato, dopo che non aveva messo lo zampino in nessuna di tutte le sue 24 precedenti sfide in Serie A.
- Con cinque gol nelle prime sei partite di campionato, Giovanni Simeone è diventato uno dei soli due giocatori del Cagliari a realizzare almeno cinque reti nelle sue prime sei gare stagionali di Serie A nell’era dei tre punti a vittoria (cinque anche Mauricio Pinilla nel 2011/12).
- Per Giovanni Simeone è il quinto gol in questo campionato, il quarto in trasferta: l'argentino è il giocatore che ha realizzato il maggior numero di reti (quattro) fuori casa in questa stagione di Serie A.
- Tra i giocatori nati a partire dall'1/1/1996, Musa Barrow è quello che ha segnato di più (11 gol) in Serie A nell'anno solare 2020; inoltre tutte le ultime cinque marcature sono arrivate al Renato Dall’Ara.
- Seconda doppietta in carriera in Serie A per Musa Barrow, entrambe firmate nell'anno solare 2020: la prima, lo scorso febbraio, all'Olimpico, contro la Roma.
- Roberto Soriano ha preso parte a 12 gol (sei reti, sei assist) nelle ultime 13 partite di campionato: tante partecipazioni quante nelle precedenti 65 in Serie A.
- Il Bologna non segnava almeno due reti da fuori area nello stesso match di Serie A da novembre 2017, contro il Crotone (doppietta di Verdi su punizione).
- Esclusi autogol, 19 degli ultimi 22 gol subiti dal Bologna in campionato (ben l’86%) sono arrivati nei secondi tempi di gioco; più in generale, dal post lockdown, soltanto il Parma (25) ne ha incassati di più dei rossoblù (24) nel corso della ripresa.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments