Sabatini al fianco di Sinisa: "Resta l'allenatore del Bologna"

"E' una questione tecnica: è il migliore anche non al 100%"

  • A
  • A
  • A

Nonostante la leucemia, Mihajlovic rimarrà il tecnico del club rossobù. Lo ha annunciato Walter Sabatini durante la conferenza stampa in cui l'allenatore ha rivelato pubblicamente di essere malato. "Noi andremo avanti con lui, l'allenatore del Bologna sarà Sinisa - ha spiegato il dirigente rossoblù -. Non è una cosa umanitaria, ma una questione tecnica: è il migliore anche non al 100%". "Sinisa ha in mano il Bologna e terrà in mano il Bologna fino alla scadenza del suo contratto", ha aggiunto.

"Qualunque cosa succeda nei prossimi giorni, Mihajlovic resterà l'allenatore del Bologna - ha proseguito Sabatini -. Preferisco Sinisa con un 2-3% in meno che qualsiasi altro". "Il mister ha avuto molto coraggio per parlare della sua situazione di salute - ha continuato -. Noi gli siamo vicini, tutta la società è con lui. È il nostro conduttore e gli vogliamo bene: sconfiggerà questa malattia".

SABATINI A TGCOM: "LA FAMIGLIA SAPUTO SOSTIENE TOTALMENTE MIHA" Collegatosi in serata in diretta con TgCom24, il coordinatore dell'area tecnica del Bologna ha poi aggiunto: "Quella di Sinisa è stata la scelta di un uomo straordinariamente coraggioso, ha voluto affrontare la realtà e comunicarlo a tutti e ha fatto a tutti un appello per la prevenzione. È stato un gesto molto generoso, io non penso che l'avrei fatto - ha dichiarato Sabatini - Miha ha parlato con la squadra prima della conferenza su Skype, i ragazzi erano molto scossi, commossi. Gli hanno detto tutti di combattere, c'è grande coesione nel gruppo, lui ha chiesto loro di impegnarsi per aiutarlo, con risultati positivi potrà stare sicuramente meglio. Mihajlovic deve essere un esempio per tutti, nascondersi è inutile. La famiglia Saputo gli ha già fatto sapere che lo sostiene totalmente e lui si è sentito molto rassicurato".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments