Europa L., Atalanta eliminata

In Danimarca finisce 0-0 come a Reggio Emilia. Dal dischetto decisivi gli errori del Papu Gomez e di Cornelius

  • A
  • A
  • A

L'Atalanta è fuori dall'Europa League. La squadra di Gian Piero Gasperini è stata battuta 4-3 dopo i rigori (0-0, stesso risultato dell'andata, anche dopo i supplementari) dal Copenaghen nel match di ritorno del playoff. A rappresentare l'Italia nella seconda competizione continentale saranno solo Lazio e Milan. Decisivi gli errori dal dischetto prima del Papu Gomez (traversa), poi dell'ex Cornelius (parata di Joronen).

Bisognava vincere o pareggiare segnando almeno un gol. La gara di andata finita 0-0 costringe l'Atalanta a segnare in Danimarca, nel ritorno del playoff che potrebbe aprire le porte dei gironi della prossima Europa League. Gasperini opta per un atteggiamento decisamente offensivo con Zapata al centro dell'attacco, Gomez e Pasalic a supporto del gigante colombiano. Dall'altro lato il Copenaghen con un 4-4-2 decisamente difensivo, con i soli N'Doye e Fischer ad agire in attacco supportati dagli esterni Skov e Thomsen. Al 4' ci prova Zapata di testa, i padroni di casa rispondono con un tiro di Fischer parato da Gollini. Intorno al 20' la Dea costruisce occasioni con Freuler e due volte con Pasalic, ma senza pungere. Ancora Atalanta pericolosa con il Papu Gomez al 32' ma non trovando fortuna. Nella ripresa al 54' entra Cornelius al posto di uno spento Zapata, al 56' la prima fiammata dei bergamaschi dopo qualche minuto di sofferenza: prima una conclusione di Gomez angolata respinta, poi un tentativo di testa proprio di Cornelius che non è fortunato nella circostanza. Al 58' colpo di testa da buona posizione di Freuler che termina di poco alto. Esce anche Pasalic ed entra Barrow per l'assalto. Al 60' punizione di Gomez che supera la barriera ma centra clamorosamente il palo. Al 64' un altro traversone dell'argentino sfiora il palo più lontano della porta di Joronen, eroe della gara di andata. Al 75' ci prova ancora il danese Cornelius ma la sua zuccata esce di poco. Le difese prevalgono sugli attacchi e al 90' è 0-0: si va ai supplementari. Al 2' minuto del primo extratime un destro di Barrow sul primo palo finisce di un soffio a lato. Il Copenaghen si va pericoloso al 99' con Boilesen che da due passi con l'esterno destro la mette a lato. Emozioni a raffica anche nel secondo mini parziale, ma la qualificazione si deciderà ai calci di rigore.

DAL DISCHETTO
De Roon chiude il destro e segna, per il Copenaghen segna nello stesso modo anche Sotiriou. Ali Adnan apre il sinistro e spiazza Joronen, poi col destro segna Gregus. Dal dischetto il Papu Gomez: palla centrale che colpisce la traversa piena. Per i danesi Skov che chiude il mancino, Gollini intuisce ma la palla gonfia la rete. Anche Masiello a segno incrociando col destro, poi N'Doye ridà vita all'Atalanta calciando alle stelle: 3-3 dopo quattro rigori a testa. Ecco l'ex Cornelius, mancino angolato ma Joronen si distende sulla sua destra e para. Sul destro di Vavro il rigore decisivo: piattone angolato e può partire la festa dei danesi. L'Atalanta saluta l'Europa League dopo due sfide dominate ma in cui non ha sfruttato le tante occasioni create.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments