QUI ATALANTA

Atalanta, Gasperini: "C'è delusione, partita decisa dagli episodi"

Il tecnico dei bergamaschi dopo il ko in finale di Coppa Italia: "Il rigore su Pessina? Era abbastanza evidente, ma non clamoroso come quello di due anni fa..."

  • A
  • A
  • A

Gian Piero Gasperini mastica amaro dopo il ko in finale di Coppa Italia della sua Atalanta: "C'è delusione, indubbiamente. È stata una partita tirata, anche bella da vedere, sicuramente sfortunata negli episodi per noi, come in occasione del primo gol o del fallo in area su Pessina - ha detto a fine gara il tecnico dei bergamaschi. - Se c'era il rigore? Ho avuto la sensazione che ci fosse anche dal vivo, dalle immagini si vede ancora meglio, era abbastanza evidente. Comunque rientra abbastanza nella normalità dei rigori dati o non dati, non è paragonabile a quello della finale di due anni fa (mani di Bastos, ndr). Quello era veramente clamoroso perché oltre al rigore c'era anche il secondo giallo e l'espulsione".

Getty Images

Sulla gara l'allenatore di Grugliasco ha pochi dubbi, il gol di Chiesa è stato il colpo del ko per i suoi: "Nel secondo tempo siamo calati, loro hanno trovato un bel gol e poi ci è scivolata via. Quel gol ha cambiato tutto, perché noi eravamo in una fase di difficoltà, come è normale in queste partite, e contavamo sui cambi per dare freschezza. Quella giocata però ha determinato il risultato. Muriel? Non è facile essere determinanti ogni volta che si entra dalla panchina, non ha avuto neanche molto tempo, è arrivato il gol e la partita è diventata arruffata e meno giocata. È andata così, ma non c'è da rimproverare niente a nessuno".

Infine una riflessione sul percorso e sul futuro della sua squadra: "È dai tempi del Verona, o forse della Sampdoria, che società che non appartengono alle big non possono comeptere per lo scudetto e alla fine guardando l'albo d'oro vale anche per la Coppa Italia. Noi siamo molto felici di essere arrivati in finale, speravamo di portarla a casa perché ce la siamo giocata alla pari. Quando si parla di vittorie si parla solo dei titoli, ma quelli sono appannaggio di pochissime società, le nostre vittorie pasasno dagli obiettivi stagionali e noi siamo molto felici di quelllo che stiamo facendo. Stasera sono dispiaciuto tantissimo per i ragazzi, ma noi usciamo sicuramente a testa alta".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments