NBA

Utah Jazz, rottura totale tra Mitchell e Gobert: "Rapporto non recuperabile"

Le due stelle lontane dal fare pace dopo quanto successo un mese fa con il primo caso di coronavirus in NBA

  • A
  • A
  • A

È passato ormai un mese da quando la positività di Rudy Gobert al coronavirus ha portato la NBA a sospendere la stagione, ma le conseguenze di quell'evento non si sono ancora fermate. La susseguente positività di Donovan Mitchell, infatti, ha creato una frizione che la stessa guardia degli Utah Jazz non ha nascosto in diretta nazionale a Good Morning America, ammettendo di essersi arrabbiato con il compagno per il suo comportamento irresponsabile nei giorni precedenti alla sua positività.

Una frustrazione condivisa anche dalla franchigia, visto che nei giorni precedenti (e il giorno stesso di quando ha toccato i microfoni dei giornalisti) la squadra aveva avuto diversi incontri per parlare di misure preventive contro il coronavirus. Nonostante una prima notizia di rappacificamento tra i due (che hanno entrambi recuperato pienamente dal Covid-19), secondo quanto scritto in un lungo articolo da The Athletic "il rapporto tra i due non sembra recuperabile", come rivelato da una fonte a conoscenza delle dinamiche della situazione. 

Non c'è modo di sapere chi dei due abbia attaccato il virus all'altro, visto che erano soliti sedersi vicini sui bus e sugli aerei (cosa che la franchigia ha provato a far capire a Mitchell, il quale ha deciso di non farsi intervistare per il pezzo alla pari di Gobert), ma la speranza dei Jazz è che con il tempo il rapporto tra i due possa tornare solido come un tempo. 

Tra i giocatori dei Jazz che hanno accettato di parlare della situazione c'è Joe Ingles, uno dei pilastri dello spogliatoio della squadra di coach Snyder. E l'australiano si è detto ottimista che le cose possano migliorare: "Sono fiducioso - le sue parole a Sky News - che andraà tutto bene. Ho sentito quello che ha detto Donovan, e da un certo punto di vista risolvere i loro problemi è una questione tra lui e Rudy. Ma non ho alcun dubbio che quando torneremo ad allenarci o quando ricomincerà la stagione la nostra squadra tornerà a essere quello che è sempre stata. Sono fiducioso che andrà tutto bene e che la chimica di squadra sarà solida".

Vedi anche Basket: gli Europei spostati dal 2021 al 2022, un girone a Milano Basket Basket: gli Europei spostati dal 2021 al 2022, un girone a Milano

Vedi anche Basket, taglio stipendi: accordo tra Lega e giocatori e allenatori di Serie A Basket Basket, taglio stipendi: accordo tra Lega e giocatori e allenatori di Serie A

Vedi anche Accadde oggi: Quando il Gallo cantò 47 volte, record di punti di un italiano in NBA Basket Accadde oggi: Quando il Gallo cantò 47 volte, record di punti di un italiano in NBA

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments