Italbasket , con la Lituania un ko che non fa male

Gli azzurri, già qualificati ai Mondiali in Cina, sconfitti 86-73

  • A
  • A
  • A

Nella gara che chiude il girone di qualificazione per il Mondiale di Cina, l'Italbasket subisce una dura ma inutile sconfitta in Lituania. Finisce 86-73 per i baltici, sempre in controllo di un match che contrapponeva due squadre già qualificate. Poco attenta in fase difensiva e ancora meno convinta sotto canestro, l'Italia chiude il primo tempo sotto 47-29 e reagisce solo nel terzo quarto. Nell'ultima frazione l'allungo decisivo dei padroni di casa. Migliore degli azzurri Michele Vitali con 22 punti.

È poco più di una sgambata per l'Italbasket. Le energie che andavano sfruttate sono già state spese contro l'Ungheria, vero e proprio spareggio per accedere ai Mondiali di Cina, in programma dal 31 agosto al 15 settembre. A Klaipeda, in Lituania, la partita tra i padroni di casa e l'Italia ha un'importanza platonica: entrambe le squadre in estate partiranno per l'Asia. Il ct Meo Sacchetti rinuncia a Della Valle, Brooks, Cinciarini, restituiti alla AX Milano: al loro posto ci sono Moraschini, Tonut e Michele Vitali. Una dichiarazione di intenti abbastanza palese, ma il coach fresco vincitore della Coppa Italia con Cremona avrebbe comunque voluto una Nazionale più aggressiva. Invece, l'Italia è pigra in difesa, lenta in transizione e poco convinta nel cercare di aprire un varco nella difesa lituana. I padroni di casa vanno subito avanti e non lasciano più il timone di comando, complice la grande giornata da tre punti (7/12 nel primo tempo, con cinque giocatori differenti). Il primo quarto si chiude sul 26-16. L'Italia dovrebbe reagire soprattutto in attacco, ma fa ancora peggio nella seconda frazione: le percentuali al tiro sono bassissime (39% dal campo, di cui un 2/12 da tre) anche perché la difesa della Lituania si fa sentire e spesso obbliga gli azzurri a prendersi tiri difficili. Prima dell'intervallo i baltici prendono il largo: dopo una bella transizione, una tripla di Bendzius chiude il primo tempo e fa affondare l'Italia a -18 (47-29). L'attacco dell'Italia piange: i migliori sono Aradori e Pascolo con 6 punti. Più distribuito lo score della Lituania, il migliore è Masiulis che ne segna 9.

Nel terzo tempo l'Italia mostra quantomeno attaccamento alla partita: gli azzurri recuperano aggressività in difesa e prolificità sotto canestro. Si fa vedere soprattutto Michele Vitali, autore di 22 punti e topscorer della partita. La squadra di Sacchetti recupera, con un canestro di Gentile fino al 61-51, punteggio con cui si conclude il terzo quarto. Ma dopo l'ultima pausa corta, i baltici allungano con una bomba di Juskevicius e i canestri di Butkevicius e Masiulis: a sei minuti dal termine è +23, dopo la tripla di Giedraitis. Solo Michele Vitali riesce a fare punti che riducono il gap finale a -13: finisce 86-73. Ma se c'era una partita in cui il risultato contava relativamente, era questa.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments